Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Articoli a tema traffico, mobilità e ambiente a Milano e Lombardia

Cerca materiale per parola chiave:  

           Pagina di gestione
30/01/2014
Enrico Engelmann
"Ogni nuova auto car-sharing sostituisce dieci auto private" Come è in Germania
Traduzione dal tedesco dell'articolo della Zeit online "Ogni nuova auto car-sharing sostituito ten privata". Di seguito un commento ragionato.
Facendo riferimento ad una realtà più avanzata, e anche meno ideologizzata di quella milanese, l'articolo offre informazioni utili e spunti di riflessione per capire meglio la situazione di Milano.
28/01/2014
Enrico Engelmann
Commento alla biciintervista di Pisapia
In una surreale "biciintervista", Pisapia fa un affresco della sua Milano, facendo riferimento a tante cose belle e incensando se stesso e la sua giunta. In realtà, l'intervista è più che altro una dimostrazione di forza, di un sindaco che facendosi intervistare nel corso di un giro per la città in cui vengono infrante tutte le regole del codice della strada è come se dicesse: La città è nostra e facciamo quel cavolo che ci pare!
22/01/2014
Enrico Engelmann
Commissione Territorio-Ambiente di zona 3 su via Castel Morrone: relazione ragionata
La discussione che ha avuto luogo in Commissione Territorio-Ambiente di zona 3 su via Castel Morrone è sintomatica dell'asimmetria esistente fra le forze politiche di maggioranza e coloro che non si riconoscono nella giunta Pisapia. Per le prime le discussioni vanno affrontate alla luce della loro ideologia e le varie opinioni ed esigenze non hanno tutte la stessa dignità a priori, dato che secondo loro la loro posizione è la manifestazione di una posizione eticamente superiore a priori.
E' necessaria una partecipazione più efficace ed incisiva da parte dei cittadini, se si vuole riuscire a contrastare l'ideologia ecotalebana.
15/01/2014
Enrico Engelmann
La pista ciclabile di viale Marche: tanto per congestionare un po'!
Una delle piste ciclabili più demenziali è sicuramente quella di viale Marche. Una pista ciclabile che va a restringere la carreggiata di una delle strade più trafficate di Milano. E che quasi nessun ciclista utilizza.
12/01/2014
Enrico Engelmann
Giunta Pisapia: Milano è affetta da una patologia autoimmune
La giunta Pisapia si comporta come se fosse in guerra contro il ceto medio milanese, ovvero contro coloro che per sbarcare il lunario lavorano e corrono tutto il giorno. Una guerra dei privilegiati contro chi, con la propria presenza, sembra più che altro essere visto, dal sottile strato dei privilegiati, come un fastidio da allontanare, piuttosto che come concittadini con i quali collaborare.
12/09/2013
Redazione di Motocivismo
Bentornato autunno: bentornate eco-palle!
Articolo ripreso da Motocivismo.it
Come ogni autunno politici e amministratori si ingegnano per sfruttare il problema inquinamento per guadagnare visibilità, facili consensi e anche, magari, far guadagnare qualcuno a spese di tanti.
01/08/2013
Enrico Engelmann
Il Comune cerca volontari AUTOMUNITI!
Incredibile: il Comune ha il coraggio di cercare volontari AUTOMUNITI per portare in giro gli anziani in Estate! Prima sperpera i soldi pubblici in opere atte a disincentivare il possesso dell'auto, poi pretende che qualcuno metta a disposizione le sua!
21/07/2013
Enrico Engelmann
Il delirio delle piste ciclabili: parte 1, la chiave di interpretazione
Per la giunta Pisapia sembra che l'unica cosa importante a Milano siano le piste ciclabili. I soldi non ci sono per nulla, se non per quelle. Ma poi sono veramente fatte con l'obiettivo di facilitare l'uso della bicicletta, oppure solo per fare bella figura sui mass media e creare ulteriori disagi a chi deve utilizzare l'auto, assecondando posizioni che hanno basi unicamente ideologiche?
19/07/2013
Elio Monza
LA GRANDE "RIQUALIFICAZIONE" DI VIA FERRANTE APORTI
Via Ferrante Aporti: ennesimo sperpero di denaro e spreco di spazio. A Milano gli unici lavori pubblici che vengono realizzati speditamente sono quelli inutili.
07/06/2013
Enrico Engelmann
L'odio per il mezzo privato a quattro ruote: i veri motivi e il ruolo dell'argomento inquinamento.
L'odio che alcuni gruppi provano verso l'automobile va completamente al di là dei problemi che questa può provocare. Si direbbe, anzi, che taluni problemi (in particolare allarme inquinamento) sono stati inventati ex post per poter giustificare un odio preesistente e che ha origini del tutto diverse. E magari meno confessabili.
18/03/2013
Enrico Engelmann
Area C e Black Carbon: un approfondimento critico
All'amministrazione piacerebbe tanto poter affermare che l'Area C migliora la qualità dell'aria, perchè ciò permetterebbe di mettere a tacere le critiche. La salute prima di tutto!
Visto però che è ormai accertato che l'Area C non ha alcun effetto sul PM10, cercano di aggrapparsi ad un nuovo inquinante: il black carbon.
In realtà, anche in questo caso i dati confermano che l'inquinamento dipende in gran parte dai riscaldamenti, e non dalle automobili.
05/03/2013
Enrico Engelmann
MILANO AREA C . “ C sto / non C sto “: sostenitori e detrattori a confronto.
Relazione dell'incontro ad argomento Area C e inquinamento promosso dall'associazione VAS Lombardia. Segue un articolato commento sul rapporto fra Area C, inquinamento da polveri e black carbon
21/12/2012
Enrico Engelmann
Serata di ordinaria prepotenza ecociclotalebana in via Vittor Pisani.
Per protestare contro le auto parcheggiate sulla pista ciclabile in via Vittor Pisani, la sera del 20 Dicembre 2012 un gruppo di ciclisti ideologici ha pensato bene di bloccare la circolazione su un lato di via Vittor Pisani. Ci è scappata la rissa.
17/12/2012
Enrico Engelmann
Correlazione inversa fra PM10 e temperature
La correlazione inversa fra PM10 e temperatura media mensile suggerisce che esso sia dovuto in larga parte ai riscaldamenti. Nei mesi in cui le concentrazioni di polveri sottili sono più alte esse sarebbero dovute per cica due terzi ai riscaldamenti. Da qui l'insensatezza delle limitazioni alla circolazione privata.
06/12/2012
Enrico Engelmann
Inquinamento e rischio mortalità: cosa insegna il grande inquinamento di Londra del 1952
Nel 1952 si verificò a Londra un episodio realmente grave di inquinamento, che provocò un notevole aumento transitorio della mortalità. Dall'analisi dei numeri relativi a tale evento si possono ottenere delle stime sull'aumento della mortalità causa inquinamento. Numeri molto diversi da quelli che compaiono sui giornali.
27/11/2012
Enrico Engelmann
Commento al PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILE (PUMS)
Il Piano per la Mobilità Sostenibile (PUMS) prevede la creazione di sempre più ostacoli alla circolazione privata. Le forme alternative di mobilità che vengono proposte sono però del tutto velleitarie e irrealistiche, totalmenti insufficienti a coprire le esigenze di mobilità di una città come Milano. Ancor più che in passato si confonde il sintomo (traffico elevato) con la causa (sistema dei trasporti pubblici non all'altezza).
Ostacolare la mobilità privata senza prima garantire alternative valide porterà a grandi disagi e costi per i cittadini, nonchè alla perdita di sempre più attività produttive.
20/11/2012
Enrico Engelmann
Morti per inquinamento: danno i numeri!
Ogni anno sui giornali, nel periodo in cui le concentrazioni di PM10 sono più alte, appaiono articoli terrorizzanti in cui si elencano le cifre dei morti dovuti ad inquinamento, con numeri degni di una guerra. Cosa succede però se si mettono a confronto tali articoli? Si verifica che non esiste nessuna concordanza fra loro, e ognuno si preoccupa solo di spararla più grossa.
19/11/2012
Lorenzo Giusti
Milano 30
Le recenti istituzioni delle Zone 30 (cantieri in apertura in questi giorni) potrebbero non essere semplici aree selezionate, ma zone in cui sperimentare il modello di Trafic Calming da estendere poi a poco a poco su tutto il territorio Milanese.
03/10/2012
Enrico Engelmann
Commento alla giornata di ieri di sciopero dei trasporti
Qualcuno dice che non è colpa di Pisapia, se ieri si sono verificati tutti i gravi disagi di cui hanno parlato i giornali. Ciò non è vero. Molte delle colpe ricadono proprio su di lui e sulla sciagurata politica alla mobilità portata avanti dalla sua giunta.
13/09/2012
Lorenzo Giusti
Un piano di aggiornamento del parco auto per gestire il valore del proprio veicolo: un atto dovuto.
Non sarebbe "doveroso", oltre che enormemente utile, redigere un piano di aggiornamento del parco auto per permettere alle famiglie di gestire la spesa e la perdita di valore di un bene privato che richiede un consistente investimento per il suo acquisto?
Come è possibile che sia costituzionale invalidare il nostro libretto di circolazione (che afferma che il nostro veicolo è idoneo alla circolazione su tutto il territorio nazionale) senza un preavviso, senza una previsione a medio termine?