Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Articoli a tema traffico, mobilità e ambiente a Milano e Lombardia

Cerca materiale per parola chiave:  

           Pagina di gestione
15/04/2011
Enrico Engelmann
Il caso delle corsie preferenziali in via Ponte Seveso
I cittadini riescono ad ottenere la rimozione da via Ponte Seveso dei dossi e delle telecamere poste a protezione delle corsie preferenziali appena create, sulla base degli evidenti ed inammissibili disagi causati da essi a residenti e commercianti.
26/02/2011
Enrico Engelmann
Commento al servizio delle Iene sulle strisce blu a Milano
Il servizio delle Iene sulle strisce blu lascia trasparire cosa c' è veramente dietro ai numerosi lavori di allargamento dei marciapiedi in corrispondenza di incroci e passi carrai.
12/02/2011
Enrico Engelmann
Piste ciclabili in via Vittor Pisani: un caso inaudito di sperpero di denaro e spreco di spazio
In via Vittor Pisani, per costruire una (o due?) pista ciclabile stanno allargando di 6 metri un marciapiede che era già largo 21 metri su ogni lato. Un incredibile esempio di come il Comune butti via denaro pubblico in opere totalmente inutili, anzi dannose.
27/01/2011
Enrico Engelmann
Miniarticolo: Il Comune fa pagare la sosta anche nei vicoli di periferia!
Le foto dimostrano come il Comune di Milano pretende 1,2 Euro all' ora per parcheggiare in corrispondenza die quello che è in pratica un vicolo di periferia, con l' asfalto tutto rovinato. In una zona dove ci sarebbe ampio spazio per parcheggiare...
29/01/2008
Leonardo Aloi
Ecopass: serve davvero a ridurre le polveri a Milano?
Un' analisi accurata, basata su dati ufficiali, che dimostra l' inutilità dell' "Ecopass" per ridurre l' inquinamento da polveri sottili. Al più si potranno ottenere una modesta riduzione del traffico in centro, controbilanciata da un suo aumento nelle zone più esterne, e maggiori entrate per il Comune.
06/07/2007
Enrico Engelmann
Ci vogliono fregare!
Formigoni vuole vietare le auto Euro 0 e Euro 1 con la scusa di ridurre le polveri fini. Lo sapevi che dal punto di vista delle emissioni di particolato tutti i motori benzina, da Euro 0 a Euro 4, sono in realtà del tutto equivalenti?
16/11/2006
Enrico Engelmann
Tassa Locale di Circolazione
Il ticket doveva essere eventualmente introdotto solo dopo avere potenziato adeguatamente le alternative al mezzo privato e i milanesi dovevano comunque esserne esclusi. Non sta andando esattamente in questo modo...
07/10/2006
Enrico Engelmann
Ciò che la politica alla viabilità del Comune di Milano permetterà di ottenere realmente
Albertini e Goggi affermano di avere a cuore la riduzione del traffico e il miglioramento dell' aria. La politica alla viabilità da loro promossa non permetterà però di ottenere nessuno dei due obiettivi dichiarati. Sono allora essi due sprovveduti, o quello che il comune conta di ottenere è qualcosa diverso? In realtà la loro politica al traffico è perfettamente adeguata al raggiungimento un diverso obiettivo: quello di garantire alle casse del comune un cospicuo e costante flusso di entrate aggiuntive.
16/09/2006
Vittorio Benbanaste
ALCUNE MISURE RIGUARDANTI I PARCHEGGI ADOTTATE DALLA NOSTRA GIUNTA PER “FACILITARCI” LA VITA”
0
16/09/2006
Enrico Engelmann
I beni da tutelare
Una buona politica alla viabilità dovrebbe avere come obiettivi un miglioramento della mobilità di persone e merci e la riduzione dell' inquinamento. La politica messa in atto dal comune di Milano non è in grado di garantire il raggiungimento di nessuno di tali obiettivi. Anche ammesso che il numero delle auto sulle strade sia effettivamente diminuito leggermente, i rallentamenti e le code sono comunque rimasti uguali, talvolta sono addirittura peggiorati. Questo fa sì che l' inquinamento non si riduca significativamente, malgrado i notevoli disagi aggiuntivi procurati ai cittadini.
16/09/2006
Enrico Engelmann
Il modo di ragionare dei cosiddetti esperti
Dagli esperti ci si aspetterebbe idee originali per risolvere il problema del traffico. Sembra però che almeno talvolta anche costoro siano a corto di idee e che le misure da loro proposte evidenzino un grave deficit di creatività, così da risultare del tutto banali ed inutili.
16/09/2006
Marco Rosso
“Disciplina” del traffico, ma quanto ci costi?
La viabilità creativa portata avanti dal Comune di Milano non contribuisce affatto a migliorare il benessere dei cittadini, ma al contrario lo riduce. Creando continui nuovi intralci al movimento veicolare privato, essa fa sì che i cittadini sprechino sempre più tempo fermi nel traffico o nella vana ricerca di un parcheggio. La fitta rete di divieti e limiti di velocità irragionevoli rendono creano continuamente situazioni di incertezza durante la guida, aumentando così anche il rischio di incidenti o comunque di rallentamenti. In compenso essa moltiplica le occasioni di fare multe a malcapitati aumobilisti.
16/09/2006
Enrico Engelmann
Problema traffico: poche idee ma molta confusione
Una carrellata di opinioni raccolte fra importanti giornalisti e pubblicata da Quattroruote nel fascicolo riguardante Milano del numero di Luglio 2004 dimostra come per quanto riguarda il problema traffico le certezze condivise sono poche, mentre a predominare sono le opinioni personali. E' allora giusto e anzi necessario che chi crede, sulla base della logica e dell' esperienza, di avere delle soluzioni valide da proporre lo faccia.
16/09/2006
Vittorio Benbanaste
La miope politica al traffico del Comune di Milano
Albertini aveva promesso di far tornare Milano una città vivace e all' avanguardia, una città veramente di livello europeo. Quello che la sua politica alla viabilità ha invece permesso di ottenere è stato unicamente quello di rendere la vita quotidiana dei cittadini più stressante. Sosta a pagamento, isole pedonali, multe più che raddoppiate sono servite solo a portare più denaro alle casse del comune e ad aumentare i disagi che i milanesi devono sopportare.
16/09/2006
Enrico Engelmann
Multe e sosta a pagamento per ripianare i buchi di bilancio. Una buona idea?
Multe e gratta e sosta garantiscono alle casse comunali un notevole apporto di denaro. Albertini si vanta di non avere aumentaato l' ICI. Ma è conveniente per i cittadini il fatto che il comune punti su multe e gratta e sosta piuttosto che sulle tasse per raccogliere i soldi che gli servono? Assolutamente no! Multe e sosta a pagamento sono diventate in effetti delle tasse occulte, sulle quali il controllo dei cittadini è più difficile rispetto che sulle tasse normali. Contrariamente alle tasse normali esse non sono proporzionali al reddito, così da essere onerose soprattutto per i meno abbienti. Infine fanno sì che l' amministrazione sia meno motivata a risolvere il problema del traffico.