Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Perché è importante che non sia Sala il prossimo sindaco


Articolo postato il: 30/05/2016
Autore: Enrico Engelmann

Beppe Sala ha già dichiarato in più occasioni che, nel caso venisse eletto, proseguirà sulla linea tracciata da Pisapia e dalla sua giunta. "Sala auspica si possa proseguire «nel solco dell’amministrazione uscente che ha saputo operare con concretezza e serietà». Il modello arancione di Giuliano Pisapia, insomma." (ad esempio sul Corriere della Sera del 9 Febbrario.

Basta cercare su internet per verificare che Sala è diventato pappa e ciccia con Maran, che verrebbe verosimilmente riconfermato come assessore alla mobilità e all'ambiente (Sala confermerà Maran. Siete avvisati, poi non lamentatevi).

E' quindi estremamente importante che Sala non venga eletto sindaco. Già ora Milano è in grave affanno, dopo cinque anni di politica all'immobilità insostenibile (e, per la verità, anche vari anni prima di politica non amica della mobilità privata).
La lotta al mezzo privato ha toccato in questi cinque anni vette mai raggiunte. Molti milioni di Euro sono stati spesi non per risolvere i problemi dei cittadini, ma per creare disagi a tutti, se non quei pochi privilegiati che possono permettersi di usare la bicicletta come unico mezzo di trasporto.
Ricordiamo qui alcune prodezze della giunta di cui Sala afferma di voler seguire l'esempio:
  • AreaC: per poter facilitare la circolazione nel centro a chi può pagarla senza problemi. Ha contribuito a desertificare il centro e a vuotare le tasche dei cittadini.
  • La chiusura di piazza Castello, che ha eliminato l'unica strada veloce di attraversamento del centro e ha creato un'inutile landa desolata (oltre che ingolfare di traffico Foro Bonaparte). (Articoli riguardanti Piazza Castello)
  • La costruzione di innumerevoli piste ciclabili, tipicamente surdimensionate, che pochissimi usano, ma che a tutti creano intralcio e che per tutti hanno rappresentato un grosso costo (Articoli riguardanti le piste ciclabili)
  • Completo abbandono della manutenzione stradale, in uno stato pietoso come mai prima
  • Creazione di ztl e zone pedonali ovunque in giro per la città, giusto per impedire la circolazione e anche a costo di stravolgere assetti urbanistici di grande tradizione (vedi piazza Oberdan, ad esempio, trasformata, per la parte che fa angolo con via Vittorio Veneto, in una specie di gigantesco sarcofago imbiancato (Piazza Oberdan “Riqualificazione flop: sporcizia, piante morte, ubriachi e scarsa manutenzione” e Come era Piazza Oberdan).
  • Blocchi della circolazione con ogni possibile scusa

Questo è ciò a cui Sala si prefigge di dare continuità. Ecco! Basterebbe questo per capire che la sua elezione a sindaco sarebbe una vera disgrazia! Non sarebbe quindi neanche necessario ricordare il suo comportamento poco limpido (o dovuto a problemi di memoria di una certa gravità?) nel caso di proprietà e redditi non dichiarati, il bilancio di EXPO in rosso profondo, con i fornitori che non vengono pagati, il fatto che la continuità sarebbe anche rispetto ad un'amministrazione che, oltre ad avere soffocato la mobilità privata, ha svuotato le tasche dei cittadini raddoppiando le tasse locali, ha devastato il verde pubblico, ha aumentato il biglietto del 50% e di un po' meno gli abbonamenti, ha sostenuto solo la "kultura" dei centri "sociali", non facendo invece nulla per promuovere la cultura vera, etc... (mille altre cose che esulano il tema di questo sito).

Quindi, alle prossime elezioni comunali fra un mese, votate chi volete, ma non votate Sala! Anche gli altri candidati non sono perfetti, anche gli altri candidati non hanno mostrato verso il tema della mobilità la sensibilità e la chiarezza di vedute che sarebbero necessarie, ma sicuramente sono molto meglio di Sala e delle persone che lo sostengono!

A noi cittadini il compito di rimanere il più possibile in contatto con la politica, i suoi attori e fare pressione sui politici affinché facciano scelte giuste, oculate e lungimiranti, e non, invece, demagogiche e dannose.
In democrazia i cittadini sono in grado di influenzare e determinare la politica, almeno nella misura in cui si impegnano a farlo!
Impegniamoci!



Cinque anni di amministrazione Pisapia riassunti in una foto (scattata lunedì 30 maggio)!
Una Milano triste, mezza affogata e tutta imbrattata. Solo le piste ciclabili, vuote e inutili, risplendono!


Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!