Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

SPECIALE NATALE: Effetti del nuovo restringimento in viale Gabriele d'Annunzio - darsena


Articolo postato il: 27/12/2018
Autore: Elio Monza

DOCUMENTARIO VIDEO - Ambulanze bloccate ed accodamenti record Viale d'Annunzio - G. Galeazzo

23 Dicembre 2018

I lavori del 2014-2015 e le conseguenze
Nel 2014, dei lavori di "riqualificazione", fatti "in vista di Expo2015" hanno modificato negativamente la viabilità della Piazza 24 Maggio, attorno alla Porta Ticinese (da cui inizia viale d'Annunzio).
        I flussi veicolari sono stati così vincolati fra strettoie ottenute con larghi e alti isolotti spartitraffico ed in particolare, i flussi Nord-Sud sono stati emarginati su una rotatoria ovale ad Est della piazza stessa, quindi sul lato Gian Galeazzo - Col di Lana. Una quantità enorme di semafori e pali con cartelli l'uno nascosto dall'altro sono stati installati in loco. Dei monconi di immancabili piste ciclabili sono stati piazzati qua e là. Anche i pedoni sono stati trattati con lo stesso riguardo di greggi di pecore. Il tentativo è come al solito quello di prevedere dove vuole andare qualcuno e costringerlo ad un percorso pre-definito, pena il dover superare marciapiedi altissimi e barriere architettoniche. Il costo di questi lavori è stato di poco piu di dieci milioni di euro.
        La conseguenza pratica di quanto finito nel 2015, è stata un aumento sensibile degli accodamenti su tutte le strade confluenti nella 24 Maggio, comprese quelle che ospitano linee tramviarie.
L'asse d'Annunzio - Gian Galeazzo ha visto anche lui un aumento dei tempi di percorrenza negli orari di punta della mattina e della sera.

Qui sotto la tavola del progetto - in alto a sx viale d'Annunzio, a dx viale G. Galeazzo.



Un passo indietro
Vediamo come si presentava la parte Nord della piazza prima dei lavori (foto di Febbraio 2014):


        Era aperta e colorata la "vecchia" 24 Maggio, con una pavimentazione in pavè tipico Milanese che poteva essere riportato in condizioni perfette come avrebbe meritato, ed attraversabile efficientemente sia a piedi che con i veicoli (persino il trasporto eccezionale del sommergibile Toti e' passato senza problemi da questo luogo). Un semplice quanto lieve ampliamento di un solo lato dei marciapiedi attorno ai due caselli avrebbe probabilmente colmato il grosso dei "problemi" di chi a piedi attraversava la piazza.
        I clienti del mercato comunale o degli altri esercizi commerciali sul Viale d'Annunzio potevano servirsi del pubblico posteggio auto e moto adiacente allo stabile del mercato comunale. Questo parcheggio è stato rimosso in toto assieme a tutti gli altri stalli di sosta della piazza durante la "riqualificazione".
        Lo stabile del mercato, sarebbe potuto essere oggetto di lavori di manutenzione già ben prima del 2014, quando si è deciso di distruggerlo e rifarlo da capo, costruendo una specie di centro commerciale in ferro pitturato di verde, dal grande impatto visivo (a mio avviso fuori luogo..), ma con pessime caratteristiche funzionali (corridoi interni stretti, mancanza di spazi di servizio per gli esercizi ecc) e di risparmio energetico (soffitti inutilmente altissimi che disperdono calore d'inverno e aria condizionata d'estate). Le spese di gestione del complesso a carico degli esercenti ovviamente sono triplicate, e di conseguenza anche i prezzi dei prodotti alimentari in vendita sono cresciuti.

A dicembre 2018 il nuovo spartitraffico in Viale d'Annunzio
        I primi giorni di dicembre (mese non proprio ideale per fare lavori viabilistici in zone centrali della città..) è stato costruito un nuovo spartitraffico particolarmente largo. Questo, parte dall'attraversamento pedoni di Corso di Porta Ticinese fino alla prima traversa, la via Pietro Panzeri. A questa altezza, lo spartitraffico in questione si allarga ed accoglie il terzo attraversamento pedonale nell'arco di 100 metri, per poi finire con una cuspide. Gli accodamenti non hanno tardato a presentarsi: in questo mese, non è stato raro vedere una unica coda di veicoli fermi su tutto il viale, da Piazza Cantore a 24 Maggio. Non tanto differente la situazione in viale Gian Galeazzo in direzione 24 Maggio.
        Inoltre, diverse utenze in uscita dai passi carrai sul Viale d'Annunzio non possono più svoltare a sinistra verso 24 Maggio! Le stesse utenze, non possono accedere ai carrabili arrivando da Ovest (Piazza Cantore), senza dover giungere in 24 Maggio, superare due semafori, percorrere la rotatoria, aspettare altri due semafori, e tornare indietro sull'altra corsia del Viale.
        Lo spazio carrabile è quindi ristretto da un altro confine invalicabile, che produce ulteriore rallentamento ed impossibilità di fare inversioni di marcia anche per i mezzi in servizio di emergenza.
Qui sotto un fotogramma dal MINI DOCUMENTARIO allegato, con le riprese video di quello che è lo stato del traffico sul posto, in vari giorni ed orari di dicembre di quest'anno.



Inviate immagini, descrizioni, filmati o suggerimenti via mail a info@sos-traffico-milano.it oppure via facebook sul popoloso gruppo Sostrafficomilano.it oppure anche via MeWe sul gruppo SOSTRAFFICOMILANO Grazie!
Buon Natale immobile a tutti, e... in trincea Milanesi!

Elio Monza - sos-traffico-milano.it

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!