Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Convegno nazionale Milano: Area B, trappola per i cittadini? Rispetto del c.d.s. - Strumenti sanzionatori: Sicurezza o cassa?


Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 0Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 1Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 2Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 3Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 4Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 5Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 6Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 7Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 8Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 9Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 10Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 11Foto Convegno su AreaB, mobilit� e ambiente del 06-04-2018, nr. 12

Articolo postato il: 07/04/2019
Autore: Franco Puglia, Enrico Engelmann

Questa relazione ricalca quella di Franco Puglia sul sito della Confederazione Cittadinanza Consapevole, più alcuni ampliamenti.

CONVEGNO PUBBLICO SU MILANO ED AREA B

MILANO ED AREA B : un convegno patrocinato da Forza Italia
con la collaborazione di Globo Consumatori

Il video completo dell'evento!

Il convegno si è tenuto a Milano, nel pomeriggio di sabato 6 Aprile 2019. L'organizzazione è stata curata da una associazione di consumatori, la Globo Consumatori, presieduta dal Dott. Mario Gatto, che ha gestito l'incontro.
Il tema di fondo: le restrizioni viabilistiche a Milano denominate “Area B” e la legittimità dei controlli di velocità effettuati con strumenti autovelox non omologati.
Ci sono stati alcuni relatori che hanno parlato di questi temi, tra i quali un ex capo della Polizia stradale di Roma ed il giornalista Paolo Ciccarone, ma molti interventi degli esponenti politici presenti: Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale, Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia nel Consiglio di Regione Lombardia, Pietro Tatarella, sempre di Forza Italia, e Alessandro Morelli della LEGA, presidente della commissione trasporti.

Franco Puglia, della Confederazione Cittadinanza Consapevole, ha fatto un intervento dal taglio essenzialmente tecnico, per esporre i risultati di una nostra recentissima indagine la quale dimostra come non esistano elementi concreti a sostegno della tesi secondo la quale le polveri sottili a Milano uccidono, tesi su cui si basano le restrizioni viabilistiche progressivamente imposte ai cittadini dal Comune di
Milano, una indagine fondata su dati ISTAT a cui ci ha indirizzato il CNR, affermando che non esistono dati epidemiologici in grado di correlare una mortalità per cause polmonari alla ingestione respiratoria delle polveri sottili inquinanti presenti nell'aria milanese.
Abbiamo anche distribuito ai presenti una nostra brevissima memoria sintetica (formato A5) in cui si spiega da dove provengano queste tesi, su cosa siano fondate, e da quali interessi determinate.

Il sottoscritto Enrico Engelmann ha esposto i risultati di una prima analisi dei dati riguardanti le concentrazioni di inquinanti dentro e fuori l'AreaB, prima e dopo la sua attivazione, che confermerebbero la sua totale inefficacia come strumento per migliorare la qualità dell'aria. Tali risultati sono esposti in dettagli nell'articolo AreaB: come previsto nessun effetto sulla qualità dell'aria su questo sito.
In buona sostanza tutti i relatori hanno stigmatizzato l'atteggiamento vessatorio della pubblica amministrazione, motivata a fare facile cassa con le strumentazioni di controllo della velocità, ed adesso anche degli accessi, per Area B, come prima per Area C, spesso neppure omologate e quindi senza rispettare le leggi, che invece si vogliono far rispettare ai cittadini.

Morelli ha fra l'altro rimarcato come purtroppo la politica antiauto sia portata avanti da una minoranza estremamente attiva e organizzata, mentre la grande maggioranza dei cittadini, che questa politica non la condivide, faccia ben poco per farsi sentire e per supportare chi potrebbe portare avanti le sue istanze. Anche se è comprensibile che chi lavora o ha un'attività commerciale ha difficilmente il tempo e le energie necessarie, dopo il lavoro, per andare in piazza a protestare.
Morelli si è spinto fino ad invocare la creazione di un sindacato degli automobilisti, per difendere il 95% della mobilità italiana.

E' stato anche messo in evidenza il frequente abuso di potere della pubblica amministrazione che i cittadini non contrastano con il necessario vigore, avallando così di fatto politiche pubbliche ideologiche ed inique (a Milano ausiliari della sosta che fanno multe non di loro competenza, multe notificate molto oltre i termini consentiti, autovelox non omologati, etc...), con episodi incresciosi di diritto calpestato, secondo alcuni interventi, in cui i ricorsi dei cittadini sarebbero stati respinti da giudici di pace senza neppure leggerli, con indiscrezioni secondo cui gli stessi giudici di pace avrebbero ricevuto pressioni da parte delle procure per non accogliere tali ricorsi. In particolare una cittadina non milanese, presente all'incontro, ha sostenuto di avere prove inconfutabili in tal senso, spingendosi su un terreno delicato, ripresa per questo dal coordinatore dell'incontro, Dott. Gatto.7

Comazzi ha approfondito la questione relativa alla pretesa di Sala di portare il biglietto ATM a 2 Euro, spiegando come il biglietto ATM non possa venire aumentato a piacere, ma solo in accordo con certi risultati raggiunti e che i possibili aumenti sono stati già esauriti da Pisapia quando aumentò il biglietto da 1 a 1.5 Euro. La necessità di un aumento per poter attuare la tariffa unica per la città metropolitana sarebbe solo un pretesto, dato che l'aumento prospettato porterebbe al Comune molti ca. 10 volte più soldi di quelli necessari.
Comazzi ha ricordato che ATM produce quasi 40 milioni di Euro di utili ogni anno.

Ai LINK che seguono trovate alcuni documenti di interesse relativi all'incontro:
- Relazione Globo Consumatori
- Gli autovelox non omologati
- Volantino CLIMA distribuito
- Presentazione sintetica di CCC sulle malattie respiratorie a Milano

(Video by Elio Monza)

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!