Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

La grande bugia


Articolo postato il: 22/11/2019
Autore: Giorgio Bellachioma

Da un post nel gruppo fb MuoverMI - Progetto di Lista Civica per Milano 2021
Abbiamo visto fin troppe cose che non funzionano, qui a Milano. Abbiamo pubblicato centinaia di foto imbarazzanti del malgoverno in città, di incuria, di assenza arrogante della Amministrazione.
Abbiamo scritto post, ci siamo confortati l’un l’altro. Ma siamo pochi. Ancora troppo pochi. Abbiamo fatto una riunione aperta ed eravamo in 30. Poi vedo le Sardine (fatemi il piacere di non pensare non abbiano alle spalle una “gioiosa macchina da guerra”!) ed in una settimana loro sono ovunque.
Io dico basta. Bisogna FARE. Non ci serve ora burocrazia interna, non ci servono ora neppure tante cariche. Chissenefrega.
Ci serve uscire dal guscio ed andare nelle strade a far capire la Grande Bugia che ci racconta chi amministra la città.
La Milano di Sala è capitalista, è in mano alle multinazionali del commercio (siano Zara, Uniqlo, Starbucks) che hanno depredato il centro ai piccoli negozi delle famiglie milanesi. La Milano di Sala è fatta di Banche e banchieri ovunque (anche in casa del Sindaco c’è una first lady Bazoli...). La Milano di Sala è la Milano meno di sinistra, meno popolare, meno Milanese degli ultimi 50 anni. La stanno stravolgendo, la vogliono una brutta copia di Amsterdam, di Manhattan, diventerà fasulla, perderà la sua identità storica e culturale.
Sarà la Milano dei grandi investitori immobiliari, con tanti aree satelliti alla CityLife (un appartamento parte da 10000 euro al metro), un Centro luccicante pieno solo di insegne multinazionali e di Banche, una periferia dimenticata, massacrata da allagamenti, crepe, ciclabili inutili, tasse e balzelli alle stelle. Servizi Pubblici costosissimi ma insufficienti, e le famiglie milanesi (non quelle agiatissime di Area C), costrette a rottamare la vetturetta, a indebitarsi per un’auto elettrica, per coibentare i tetti, a vivere in una città insicura una vita sempre più di merda.
Io sono stufo. Milano non è quella che vuole e ci impone Sala.
Iniziamo a uscire dal guscio. Prepareremo volantini, ciascuno ci segnali una area-chiave (del dissesto) nel proprio Municipio, dove andremo per strada a protestare. Io ho iniziato oggi anche a scrivere (qui e la) sulla pagina Instagram di #BeppeSala i miei commenti, le mie proteste. Fatelo anche voi.
Parliamo con la gente, coi tassisti, coi negozianti, spieghiamo la Grande Bugia.
Perchè nessuno dice nulla.
Tutto è tarpato.
Come nei regimi 3.0

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!