Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Un commento al cattivo risultato di Letizia Moratti al primo turno delle elezioni comunali Milano 2011.


Articolo postato il: 18/05/2011
Autore: Enrico Engelmann

Letizia Moratti è andata piuttosto male al primo turno delle comunali. E adesso i vari politici e giornalisti si dedicano ad illustrarne i motivi.
Vorrei dire chiaramente che secondo la nostra opinione Letizia Moratti ha raccolto pochi voti semplicemente perché la sua amministrazione e' stata di basso livello.
In particolare, per quanto riguarda la mobilità, la politica portata avanti e' stata catastrofica: superficiale, finalizzata a fare bella figura sui giornali e a fare cassa ove possibile. Una politica che non ha affatto contribuito a facilitare la vita dei milanesi e a garantire una migliore mobilità, ma, anzi, ha solo creato nuovi intralci e comportato lo spreco di denaro pubblico e di spazio (cose entrambe, si dice, presenti in quantità insufficiente a Milano)
Cosa è stato fatto di positivo (ben poco):
  • Estensione di alcune linee della metropolitana (ma vedi sotto)
  • Prolungamento dell' orario della linea 90/91 a tutta la notte
  • Modesto aumento del numero di corse dei mezzi pubblici (ca. 5%) e introduzione di alcuni altri servizi di secondaria importanza (bus di quartiere, però a scapito del radiobus)
Vediamo, invece, cosa di negativo e' stato fatto:
E, infine, un elenco dei problemi che non sono stati affrontati o non sono stati risolti:
Un discorso a parte merita l' inquinamento, che si è preteso di affrontare con l' ecopass (che non è servito a nulla http://www.sos-traffico-milano.it/Materiale/Comunicato_11_2008.pdf, e con i soliti vecchi e altrettanto inutili metodi quali blocchi, domeniche a piedi e vi a dicendo.
In realtà si dovrebbe agire innanzi tutto sulle caldaie, a cominciare da quelle degli edifici pubblici, dove, chissà perché, si tende sempre a tenere la temperatura interna troppo alta (http://www.sos-traffico-milano.it/RassegnaStampaDettagliArticolo.aspx?ID=614 ). E a livello del traffico bisognerebbe seguire una politica opposta, cercando di ottimizzarne il flusso, così da minimizzare il tempo che le auto passano ferme in coda, consumando carburante, e perciò creando gas di scarico, inutilmente. Purtroppo le ultime giunte, ma l' ultima in particolare, hanno fatto l' esatto opposto.
Chi lavora è stufo di essere preso in giro con misure che vanno bene solo per finire sui titoli dei giornali, ma non risolvono i problemi di tutti i giorni, anzi ne aggiungono altri.
Questo la Moratti non è riuscito ad offrirlo. Male ha fatto a dare ascolto alle varie minoranze chiassose e ideologizzate, che mettono le esigenze di chi vuole fare la passeggiatina domenicale in bicicletta sullo stesso piano di chi gira tutti i giorni per la città per guadagnarsi il pane.
Resta purtroppo la domanda: chi si propone come alternativa saprà offrire di meglio? O si rischia piuttosto di cadere dalla padella nella brace?

Commenti
27/05/2011 17:48:49
pienamente d'accordo...
Anche con la BRACE, però!
v.benbanaste
27/05/2011 18:14:42
Sì, in effetti la cosa che proprio non si riesce a capire è come sia possibile che la Moratti abbia potuto seguire una politica così lontana dalla dottrina liberale e così vicina a quella propugnata dall' opposione di sinistra e sedicente ambientalista (che non l' ha mai criticata per la direzione seguita dalla sua politica alla mobilità e all' inquinamento, ma solo per non averla seguita in maniera sufficientemente decisa)
e.engelmann

 Effettua il Login per poter inserire un commento!