Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Car sharing e Legambiente


Articolo postato il: 09/12/2011
Autore: Enrico Engelmann

Merita un analisi il rapporto fra Legambiente e il carsharing (servizio il cui utilizzo viene sicuramente molto incentivato dai blocchi, dato che le auto in car sharing, pur essendo del tutto normali ed inquinando come le altre, possono sempre girare).
Il car sharing è stato inventato a Milano da Legambiente. Qual' è il coinvolgimento di tale organizzazione attualmente in tale servizio?
In questa pagina del 2004 si parla di Carsharing DI Legambiente: http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=1566
Pero' il link presente sulla pagina porta ad un sito morto: http://www.milanocarsharing.it/
Come pure e' morto il dominio www.carsharingitalia.org , apparentmente attivo fino a poco tempo fa, tanto e' vero che su Google e' ancora presente la copia cache di appena il 21/11/2011: http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:ekXRQ9-h9swJ:www.carsharingitalia.org/legambiente+legambiente+carsharing&cd=1&hl=it&ct=clnk&gl=it&lr=lang_en%7Clang_de%7Clang_it
Copia in cui il servizio appare proprio come ideato e gestito da Legambiente.
Fino a poco tempo fa anche il sito dell' ATM metteva in bella mostra il coinvolgimento di Legambiente. Adesso di tale coinvolgimento non vi è più traccia: http://www.atm.it/it/guidami/Pagine/default.aspx
Altra cosa curiosa: sul sito dell' ATM, nella sezione Carsharing, alla pagina credis, compare anche un link a Guidami, link che porta però ad una pagina non accessibile senza password. Allo stesso tempo, cercando su Google “Guidami” la prima voce e' una voce a pagamento. Voce che però porta al sito morto www.carsharing.org. Strano che qualcuno voglia pagare per pubblicizzare un sito non più attivo!
La copia chache di Google di questa pagina (http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:ekXRQ9-h9swJ:www.carsharingitalia.org) e' uguale all' altra copia cache già citata, e il coinvolgimento di Legambiente è messo ben in evidenza.
Cercando su internet sembrerebbe che Legambiente sia coinvolta nel servizio car sharing non solo come promotrice e sostenitrice, ma anche proprio in prima persona: http://www.atm-mi.it/it/AtmNews/Comunicati/Pagine/ACCORDO_ATM_LEGAMBIENTE.aspx (pagina del 2009, non viene riportata la data esatta). In realtà anche su questa pagina ufficiale del sito ATM si parla dei rapporti fra Legambiente e carsharing: http://www.centralemobilita.it/convenzioni-legambiente . Ovviamente gli iscritti a Legambiente godono di sconti molto vantaggiosi.
Infine, sul sito DomainTools, è possibile accertare definitivamente che il dominio carsharing.org è effettivamente intestato a Legambiente: http://whois.domaintools.com/carsharingitalia.org

Riassumendo, cercando su internet sembra quasi che si cerchi di nascondere il coinvolgimento di Legambiente con il servizio carsharing. In effetti, in che modo Legambiente è esattamente coinvolta nel carsharing? Solo come semplice promotrice, oppure è lei ancora in prima persona, che, insieme ad altri, fornisce il servizio?
Non costituisce un evidente conflitto di interesse il fatto che chi dichiara di volere i blocchi per difendere l' ambiente, fornisca poi le uniche auto in grado di circolare, o, per lo meno, ci guadagna sopra (perchè, ovviamente, anche chi promuove una cosa, ha la sua parte)? Non è che Legambiente caldeggia i blocchi forse anche e soprattutto per aumentare i propri affari?

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!