Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

1APERITIVO-DIBATTITO SU TRAFFICO, DIBATTITO,
E INQUINAMENTO A MILANO. CON OSPITI ILLUSTRI.


07/06/2006

Mercoledì 17 Maggio si è tenuto al Jaga Glam Cafè, in via Cenisio 74,
l' aperitivo “politico” su traffico, mobilità ed ambiente organizzato
da www.sos-traffico-milano.it. Esso ha avuto la forma di un faccia a
faccia fra due rappresentanti dei due principali schieramenti politici,
i quali si confrontati fra loro e col pubblico sulle tematiche sopra
indicate, utilizzando come punto di partenza la
Lettera-Manifesto ai candidati sindaco
ai candidati sindaco.
L' incontro ha visto la presenza di Emilio Deleide, responsabile della
redazione attualità e inchieste di Quattroruote
, in qualità di moderatore.

I due candidati presenti, ognuno fra i principali esperti nel proprio
schieramento politico riguardo agli argomenti trattati, sono stati,
da una parte Edoardo croci, della Lista Letizia Moratti per Milano,
ed Augusto Castagna, della Lista Ferrante
.


Per quanto riguarda il primo, dalla biografia presente su
www.edoardocroci.it:


  • Economista, laureato in Discipline economiche e sociali
    all’Università Bocconi e perfezionatosi alla New York University.
  • È vicedirettore dello IEFE, il centro di ricerca sull’
    economia e la politica dell’energia e dell’ambiente dell’
    Università Bocconi, e docente alla stessa università e all’
    Università degli Studi di Milano.
  • Si occupa professionalmente di tutela dell’ambiente e sviluppo
    sostenibile. Su questi temi scrive sul Corriere della Sera


Per quanto riguarda invece il secondo ecco una sua
autobiografia in pillole (maggiori informazioni su
www.augustocastagna.it):


  • Augusto Castagna: Nato il 10 - 2 - 1945 a San Benedetto Po' - Mantova
  • Residente a Milano, Via Alghero, 15
  • Residente a Milano, Via Alghero, 15
  • Dal 1985 ho sviluppato le mie competenze professionali
    nell'ambito della mobilità sostenibile
  • Per 3 anni assessore al traffico e trasporti del Comune
    di Milano dove sono stato eletto consigliere nel 1985.
  • In seguito, per 2 anni circa sono stato Assessore allo
    sport, turismo, tempo libero dello stesso Comune
  • Candidato nella Lista Ferrante alle prossime elezioni
    per il Consiglio Comunale di Milano. 28 / 29 Maggio 2006


Entrambi candidati hanno risposto con encomiabile franchezza alle domande
poste da Deleide, senza timore di esprimere anche pareri non in
sintonia con le idee portate avanti dal nostro sito. In questo modo la
serata ha realmente rappresentato un' occasione
di approfondimento e di informazione.










Augusto Castagna, Lista Ferrante, con Emilio Deleide, di Quattroruote




Vittorio Benbanaste, dei sos-traffico-milano, Augusto Castagna, Emilio Deleide,
Edoardo Croci, della Lista Moratti e Enrico Engelmann, di sos-traffico-milano



Come la precedente








Andrea Trentini, di www.motocivismo.it pone una domanda ai candidati

La discussione è partita dal problema della sosta, che è senz'
altro centrale, in quanto va ad influire su tutti gli altri.


Entrambi i candidati si sono espressi a favore dell' estensione
del parcheggio a pagamento, quale via per disincentivare il l'
utilizzo dell' auto per gli spostamenti per i quali non è
indispensabile. Riguardo all' estensione che esso dovrà raggiungere
non si è avuto occasione di discutere nel dettaglio. Augusto Castagna
ha sottolineato la necessità di disincentivare in particolare la sosta
per lunghi periodi, più che quella di durata ridotta, accennando
perciò alla possibilità di far pagare meno la prima ora. Il candidato
considera degna di tutela solo la sosta di servizio, tipo quella
degli artigiani che devono andare a domicilio. La sosta di chi va
lavorare in ufficio in auto, lasciandola parcheggiata per molte ore,
viene invece definita “parassitica”. Edoardo Croci si è espresso
negativamente rispetto alla proposta di www.sos-traffico-milano.it
di introdurre il primo quarto d' ora gratuito, se non per casi
particolari, tipo in prossimità delle scuole, per le madri che
portano o ritirano da scuola i figli. Ha però fatto propria un'
altra proposta www.sos-traffico-milano.it , ovvero di quella di
rivedere il sistema righe gialle / righe blu, lasciando solo
strisce blu, con i residenti esclusi dal pagamento.


Riguardo al pagamento per i residenti, Edoardo Croci lo ha escluso,
mentre Augusto Castagna lo mette in conto, per quanto in prospettiva
e eventualmente solo per auto di maggiori dimensioni.


Sulla costruzione dei parcheggi, Croci ha voluto sottolineare che
l' eventuale giunta Moratti (che non chiederà i poteri commissariali)
si discosterà da quella Albertini per una maggior attenzione all'
impatto ambientale e per un maggior ascolto verso le richieste dei
cittadini. Come pure per un maggior controllo, al fine di escludere
che, come è capitato più di una volta, il prezzo di parcheggi e
box sia per i cittadini significativamente più alto di quello
inizialmente previsto. Ha comunque sottolineato la necessità
della loro costruzione, data la cronica e forte mancanza di
posti per parcheggiare a Milano. Su tale necessità anche Castagna
si è trovato d' accordo, e, in seguito ad una precisa domanda, ha
garantito che la presenza in giunta dei Verdi non sarà d' ostacolo
alla costruzione di nuovi parcheggi, ove essi fossero progettati
con tutte le accortezze necessarie.


Riguardo al divieto di sosta per lavaggio strade, entrambi i
candidati si sono espressi a favore della sua eliminazione, Croci
aggiungendo dopo avere visto i risultati della sperimentazione in
corso.


Croci si è espresso a favore di misure in grado di rendere più
fluido il traffico
, escludendo perciò ulteriori restringimenti
di carreggiate, anzi lasciando intravedere la possibilità di
riallargare alcune carreggiate. Sulla possibilità di introdurre
assi di scorrimento veloce, ha detto di essere dubbioso, per il
fatto che a Milano sono poche le strade che si prestano a tale
utilizzo. Egli ha fatto però riferimento all' idea di costruire
un anello stradale interrato, in modo da creare ex novo un
percorso veloce in cui i rallentamenti tipici degli incroci
possono venire aggirati.


Sui trasporti pubblici Castagna ha criticato decisamente la
giunta Albertini, mettendo in evidenza come Milano sia l' unica
importante città italiana in cui il trasporto pubblico sia
regredito e ha ironizzato sul fatto che l' ATM invece di
utilizzare risorse per migliorare la manutenzione e il servizio
in generale le abbia utilizzate per acquistare bond argentini.
Anche Croci ha convenuto che la strategia dell' ATM non è stata
ottimale negli ultimi anni. Castagna ha dichiarato che il suo
schieramento punterà senz' altro su un potenziamento del servizio
pubblico. Croci ha affermato che anche lui ritiene che ciò vada fatto.


Croci ha presentato l' intento, da pare di una eventuale giunta
Moratti, di introdurre il road-pricing a livello dell' intera
città per color che entrano a Milano dalla provincia. Da esso
sarebbero esclusi tutti i cittadini di Milano, color che
utilizzano veicoli particolarmente poco inquinanti (ibridi,
metano, gpl, macchine con motori benzina/diesel con dotazione completa di
dispositivi per l' abbattimento delle emissioni) ed altre
categorie con esigenze particolari.
Secondo il candidato della Lista Moratti tale misura, che
andrebbe attuata dopo avere sufficentemente potenziato i
mezzi pubblici, permetterebbe di ridurre il congestionamento,
andando perciò ad incidere positivamente sull'
inquinamento anche in maniera indiretta, dato che in
presenza di code e rallentamenti esso
viene notevolmente incrementato.


Sempre riguardo all' inquinamento, Croci ha affermato di
essere contrario all' introduzione a breve di divieti per
le auto che non sono aggiornate al massimo dal punto di
vista dei dispositivi antiinquinamento. Divieti di tale
tipo sarebbero accettabili per veicoli commerciali, non
nel caso delle auto private. Egli ha sottolineato come
peraltro siano proprio i primi (anche autobus), e non
le seconde, i principali colpevoli dell' inquinamento
veicolare.


Riguardo al road-pricing Castagna si è espresso negativamente,
affermando che non si può far pagare l' ingresso in città
finché non vengono migliorate le alternative, attualmente
molto carenti.


Dal canto suo, Croci si è espresso negativamente riguardo
alla chiusura del centro, che invece sarebbe da attuare,
per Castagna, almeno in prospettiva. Il candidato ha
precisato che la zona da chiudere sarebbe quella all'
interno della zona dei bastioni, ovvero quella all'
interno della cerchia di Porta Romana, Porta Ticinese
e delle altre porte delle Mura Spagnole.


Riguardo alle moto, Castagna si è espresso decisamente a
favore dell' incentivazione del loro uso, contribuendo
esse alla fluidificazione del traffico in virtù delle
loro ridotte dimensioni e alla riduzione dell' inquinamento,
in virtù delle loro minori emissioni. Anche Croci si è detto
d' accordo, dopo avere puntualizzato che bisogna distinguere
fra moto a quattro tempi, pulite, e moto a due tempi, meno
pulite.


Riguardo alla sicurezza entrambi i candidati sono si sono
espressi favorevolmente riguardo all' eliminazione del
pavè dalle vie non di significato storico, essendo esso
decisamente pericoloso in caso di pioggia, e hanno espresso
la loro disponibilità a studiare il problema delle strisce
pedonali dipinte con vernici troppo scivolose in caso di
pioggia.