Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Riunione a tema Piazza Castello


29/04/2014

La riunione si terrà presso il Bar Castello, in piazza Castello 2, a partire dalle 18.30!
Visto che il bar mette gentilmente a disposizione lo spazio, chi partecipa è invitato a prendere una consumazione!



Tema dell'incontro, fare il punto sulla sciagurata pedonalizzazione di piazza Castello e su quali strategie adottare per ottenere il suo annullamento.
In particolare da discutere:

  • Strategie per sensibilizzare sul problema un più vasto pubblico
  • Possibili vie legali
  • Soggetti con cui creare sinergie
  • Proteste sul campo (flash mob, manifestazioni o altro)
  • Pedonalizzazione di piazza Castello come caso emblematico di una politica alla mobilità totalmente sbagliata e controproducente.
  • Posteggi
  • Degrado e sicurezza
  • Istanze – documento condiviso
  • Proposte
  • Raccolta firme


Tutti gli interessati sono invitati!
Venite tutti! Più siamo e più ci sarà possibilità di rendere reversibile la chiusura di Piazza Castello!


Gli interessati possono anche contattare il Comitato Castello, scrivendo a
comitatocastello.mi@gmail.com

Breve relazione su quanto discusso:
La riunione ha visto la presenza di una 60-70 persone ca.
Alcuni esercenti hanno illustrato le follie della situazione attuale, con carico e scarico reso impossibile dal divieto di accesso, con vigili che multano chiunque trasgredisca malgrado la necessità oggettiva. Viene sottolineato come risulti assurdo avere speso, come negoziante, decine di migliaia di Euro per rendere il proprio esercizio agibile agli handicappati, quando ora costoro non possono neanche più arrivare in zona. Si fa notare come ogni manutenzione diventi un caso di ordine pubblico, come show room e location varie si trovino diventate inaccessibili da un giorno all'altro.
Addirittura la DHL pare avere dichiarato di rifiutarsi di fare consegne in piazza Castello e Foro Bonaparte, per la totale impossibilità di sostare anche per pochi minuti.

E' stato messo in evidenza come si configuri una vera e propria strategia tesa a desertificare la città: si è iniziato col centro, attraverso l'AreaC, e adesso si prosegue verso l'esterno.

E' stata sottolineata la doppia estrema spregiudicatezza della giunta. Da una parte verso i cittadini, che vengono sempre messi davanti ai fatti compiuti e mai interpellati per sentire il loro parere. Dall'altra verso l'urbanistica, che viene regolarmente calpestata e violentata attraverso improvvisazioni, preventivi assolutamente privi di ogni realismo (basti pensare ai 100000 Euro sbandierati da Maran solamente a fronte dei 150 vigili coinvolti a tempo pieno nel presidio della nuova "area pedonale".

Riguardo agli sbandierati "eventi" che l'amministrazione vorrebbe fare avere luogo a ciclo continuo nella piazza, si sono sottolineati i problemi gravissimi di igiene, decoro, rumore, igiene (i servizi igienici dove sarebbero???).

Si è messo in evidenza che l'intera operazione di pedonalizzazione risulta essere apparentemente un'improvvisazione, ancora adesso non ben definita e conoscibile nei dettagli al pubblico, dato che non esiste alcuna delibera ufficiale a riguardo
Si è discusso di adire a vie legali.
Uno dei presenti, ha sottolineato che è importante approfondire la possibilità di adire alle vie legali. Ci sono abusi di ufficio? Mancano i piani? In base alla legge Bassanini sulla trasparenza, alle amministrazioni sono tenute e rendere pubbliche le carte relative a misure come la pedonalizzazione di piazza Castello. Vi è infatti il diritto di accedere agli atti.

Si è convenuto sul fatto che è necessario dividersi compiti e argomenti per competenza e possibilità di intervento, così da risultare, lavorando in modo coordinato, essere più efficaci ed incisivi.

Personalmente ho proposto questo sito come luogo di incontro, raccolta materiale e strumento di coordinamento. Ho poi sottolineato anche l'importanza di dare un respiro ampio alla protesta, evitando che essa diventi localistica. Siamo tutti milanesi e tutti risentiamo di tutto quello che avviene in ogni parte della città. Senza contare poi gli effetti a medio e a lungo termine.

Le iniziative che si è deciso di intraprendere sono:

  • Istituzionalizzazione del comitato contro la chiusura di piazza Castello
  • Richiesta degli atti e possibili vie legali
  • Mail bombing su assessori, consiglieri, etc...
  • Potenziamento della raccolta firme attraverso la creazione di ulteriori punti di raccolta.
  • Promozione delle manifestazioni di protesta che sono state già programmate (dettagli a breve)
  • Coinvolgimento di soggetti quali location, show room e simili. Anche della Scuola Tedesca di Milano, cui sono stati tolti i parcheggi.