Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

anche domenica valori oltre la soglia dei 50 microgrammi per metrocubo
Smog, polveri oltre il limite da 10 giorni
Ancora due e scatterà il divieto per i mezzi più inquinanti. Domenica 9 ottobre forse il blocco totale

Articolo del: 04/10/2011


Vai all' articolo originale

MILANO - Decimo giorno consecutivo, domenica, di Pm10 fuorilegge a Milano. Ancora una volta le centraline del capoluogo lombardo hanno fatto registrare valori oltre la soglia dei 50 microgrammi per metrocubo: 57, nel dettaglio, in Pascal Città Studi, 50 in via Senato e 57 in Verziere. Le previsioni non segnalano cambiamenti rilevanti, con l’arrivo di piogge o forte vento in grado di disperdere le polveri sottili: si avvicina quindi il termine dei 12 giorni che fa scattare l'ordinanza contro l'emergenza smog. Se mercoledì i valori di Pm10 saranno ancora oltre il consentito, giovedì il Comune applicherà l’ordinanza 2/2011 e successiva integrazione (ord. 3/2011) in vigore dallo scorso 24 gennaio: divieto di circolazione in città per i veicoli benzina con motori euro 0 e diesel euro 0, 1 e 2. All'orizzonte anche la possibilità che i milanesi siano chiamati alla prima domenica senz'auto il prossimo 9 ottobre.

MARAN: PROVINCIA E REGIONE CI AIUTINO - Intanto, l'assessore comunale alla Mobilità Pierfrancesco Maran chiede collaborazione nella lotta allo smog a Provincia e Regione. «Serve una strategia più ampia - ha spiegato l'assessore - perché Milano da sola non può risolvere una situazione che vede lo sforamento della concentrazione di Pm10 nell'aria che riguarda un terzo della Lombardia e per questo chiediamo la collaborazione della Provincia, che incontreremo in settimana, e della Regione». Infatti, le previsioni meteo per i prossimi giorni, come ha ricordato lunedì Maran, «non promettono miglioramenti». Ecco perché «da giovedì con ogni probabilità si fermeranno i mezzi più inquinanti, come prevede l'ordinanza dell'ex sindaco Moratti, e la prossima - ha aggiunto - potrebbe essere una domenica senza auto».

IL PROBLEMA DEI CONTROLLI - La Giunta sta intanto lavorando per inasprire i provvedimenti di emergenza sullo smog. «Stiamo lavorando per ridurre i tempi di intervento delle misure emergenziali e per irrobustire i divieti - ha proseguito Maran - e contiamo di essere pronti per metà ottobre. Nel frattempo, siamo al lavoro anche per risposte strutturali», ha aggiunto riferendosi alla congestion charge. Ma l'appello al Pirellone viene lanciato anche per quanto riguarda i controlli per i divieti ai mezzi inquinanti. «Servono modifiche normative per usare ad esempio i sistemi tecnologici per accertare chi infrange i divieti perché la polizia locale, che farà il massimo su questo fronte - ha concluso - non può da sola controllare l'enorme mole di vetture in circolazione».

Commento: Impiegare uomini e mezzi in misure inutili da un lato, fare di tutto per creare rallentamenti e ingorghi dall' altro. Ecco la politica del Comune per quanto riguarda l' ambiente.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!