Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Ecopass, i negozianti al Comune
"Vogliamo pagare solo la metà"
I commercianti rinunciano a chiedere l'esenzione totale dal ticket. Anche i residenti vogliono
una serie di agevolazioni, ma la giunta non arretra dalla linea dura: si deciderà entro il mese

Articolo del: 20/10/2011
Autore: TERESA MONESTIROLI

Vai all' articolo originale

Dopo la dura presa di posizione di settembre contro il pedaggio per tutti che la giunta Pisapia vuole introdurre a partire dal primo gennaio, commercianti e artigiani sono pronti a trovare l’accordo con il Comune sulla congestion charge. In una riunione congiunta di tutte le sigle che firmarono il documento in cui si chiedeva «l’esenzione di tutti i mezzi di servizio» da qualunque nuovo ticket di ingresso, i rappresentati del mondo del commercio hanno accettato di retrocedere e aprire la trattativa. E ora si dicono disposti a pagare un pedaggio purché «sia sensibilmente inferiore rispetto a quello per il trasporto privato». Per esempio un abbonamento annuale, o periodico, scontato del 50 per cento.

Pronti a trattare, dunque. Dopo il muro contro muro, la lobby del commercio scende a compromessi e prepara un documento di conciliazione che la prossima settimana consegnerà agli assessori competenti (Commercio e Mobilità) in una riunione ancora da fissare. Testo che in questi giorni potrebbe essere sottoscritto anche da Assolombarda. «Ci siamo spostati dalla posizione iniziale — racconta Simonpaolo Buongiardino (Confcommercio) — e abbiamo concordato di accettate un ticket d’ingresso purché naturalmente sia ridotto rispetto a quello per gli automobilisti. I nostri mezzi possono essere paragonati alle auto dei residenti: spesso non abbiamo alternativa».

E se gli abitanti della Cerchia dei Bastioni si spingono fino a chiedere una riduzione del ticket dell’80 per
cento (1 euro al posto di 5), il commercio sarebbe soddisfatto di strappare il 50. In cambio però le parti chiedono l’istituzione di un tavolo permanente di confronto (tecnico e politico) sulla mobilità e l’impegno di avviare tutte le iniziative indispensabili per ridurre il traffico in centro e rendere più agevole la circolazione dei mezzi commerciali, come la realizzazione delle nuove piazzole per la sosta anche all’interno dei Bastioni. Sarà la giunta ora a decidere se accogliere la richiesta. La linea, per ora, è quella di non concedere abbonamenti a nessuno in modo da disincentivare l’uso dell’auto.

Sul prezzo, poi, è ancora difficile dire se verrà riconosciuta la riduzione: l’assessore alle Attività produttive, Franco D’Alfonso è più conciliante, mentre il collega alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, lo è meno. La prossima settimana sarà decisiva: entro fine mese gli assessori vogliono portare la delibera in giunta. Delle tre ipotesi sul tavolo in pole position resta il pedaggio a 5 euro tutto il giorno, ma bisogna definire ancora altri dettagli, come le agevolazioni per i residenti.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!