Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Inchiesta di Quattroruote: «Passeggini off limits». Atm: «Milano meglio di Londra»
Mezzi pubblici anti-mamma

Articolo del: 26/10/2011
Autore: Francesca Gatti

Vai all' articolo originale

Viaggiare sui mezzi pubblici con passeggino e bimbo al seguito? Un incubo, secondo il mensile Quattroruote. «Possibile e neppure troppo complicato», per Atm.
E’ battaglia tra i giornale e l’azienda trasporti milanese, che contesta l’inchiesta pubblicata nell’ultimo numero. Secondo il mensile, tante mamme milanesi si sposterebbero volentieri con i mezzi pubblici, ma devono prendere l’auto. Nelle stazioni del metrò serve una caccia al tesoro per trovare un ascensore che, laddove esiste (non in Duomo e San Babila) raramente è funzionante e accessibile ai passeggini (fuori uso a Comasina e Abbiategrasso, operativo solo in salita ad Assago Forum). Non è meno problematico raggiungere le stazioni ferroviarie connesse. In Centrale al centro dei tapis roulant c’è un dissuasore tondo anti carrozzina. Scale, non mobili, a Lambrate e Garibaldi. Con il tram la vita non è più facile dato che, fatta eccezione per le nuove linee, salirci implica il sollevamento del passeggino, l’inserimento dello stesso tra porta e corrimano centrale e la veloce ricerca di un appiglio, con una sola mano perché l’altra deve tenere il passeggino, chiuso per regolamento.
Per Quattroruote, le mamme milanesi sono tra le categorie che non possono fare a meno dell’auto, al pari di artigiani e commercianti. «Falso - replica Atm -. L’azienda ha realizzato una mappatura completa dei mezzi e delle infrastrutture secondo l’indicatore Full Handicap Compliance (Fhc), da cui è emerso un livello di accessibilità dei mezzi di trasporto pubblico pari al 56%, valore per cui Milano si colloca in posizione intermedia ma superiore a Londra e Berlino». Secondo Atm non è corretto denunciare l’assenza di ascensori nella stazione di Duomo (la linea M3 ne è dotata). A San Babila ci sono le scale mobili, così come a Garibaldi e Lambrate. In totale sono 344 le scale mobili e 100 gli ascensori sulla rete metropolitana e la loro funzionalità è pari al 98%». «Per la superficie - conclude Atm - sono oltre 140 i nuovi tram a pianale ribassato e c’è un investimento di 50 milioni per modificare quelli vecchi. Inoltre, sono a pianale ribassato tutti gli autobus in servizio».

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!