Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Veleni Polveri in risalita. I veicoli Euro3 diesel non potranno circolare fino al 23 dicembre
Smog, scatta il blocco Oggi auto ferme per 8 ore
Stop dalle 10 alle 18 anche per le moto. Scuole chiuse

Articolo del: 09/12/2011
Autore: Gianni Santucci e Armando Stella

Vai all' articolo originale

Milano arriva all'appuntamento con il doppio blocco del traffico su un'altalena di polveri sottili. I livelli d'inquinamento erano rientrati sotto la soglia d'allarme mercoledì e l'hanno nuovamente superata ieri: «Siamo in emergenza sanitaria», ribadisce il Comune. Oggi scattano le restrizioni del pacchetto antismog «per la tutela della salute pubblica»: scuole chiuse; auto e moto ferme dalle dieci alle sei del pomeriggio (oggi e domani, con la sola eccezione delle vetture elettriche); i diesel Euro3 senza filtro non possono circolare fino all'antivigilia di Natale (tra le ore 10 e le 18); le temperature dei riscaldamenti vanno abbassate di un grado (da 22 a 21) negli edifici pubblici, negli uffici e nelle case private; porte chiuse nei negozi; lavaggio straordinario delle strade. Palazzo Marino schiera i vigili urbani in 43 presidi fissi - 90 agenti per turno - agli ingressi della città e agli incroci: «Tutte le pattuglie in servizio - precisa l'assessore alla Sicurezza, Marco Granelli - hanno ricevuto l'indicazione d'intensificare i controlli». Linea dura. Le sanzioni sono da 155 euro.

La tregua è evaporata in ventiquattr'ore. L'Arpa ha misurato concentrazioni fuorilegge di Pm10, ieri, nelle tre centraline di rilevamento: 55 microgrammi al Verziere, 59 in via Pascal e 54 in via Senato (il limite che tutela la salute dei cittadini è fissato dall'Ue a 50 microgrammi). La chiusura totale al traffico in un venerdì feriale, seppure annegato in un lungo ponte festivo, appiederà un milione di milanesi e impedirà l'accesso in città a circa 600 mila pendolari dell'hinterland (al netto delle deroghe stabilite dalla legge regionale sull'aria). L'ordinanza ferma per due giorni anche le auto a gpl e metano. Possono circolare i mezzi «collettivi» dei sistemi di car sharing Atm e Trenord.

Il dispositivo studiato da Atm garantirà 500 corse in più di autobus, tram e metrò (rispetto alle frequenze di un sabato). Il piano di potenziamento del servizio è stato condiviso dall'azienda con il Comune e dovrebbe «assorbire» l'impatto del blocco: «La chiusura delle scuole e il calo di presenze stimato per il ponte di Sant'Ambrogio compenseranno il prevedibile aumento di passeggeri sulla rete», tranquillizza il presidente Atm Bruno Rota (che ieri pomeriggio ha gestito brillantemente, sul posto, il tamponamento tra un'auto e un tram in via Torino, chiamando i vigili urbani e facendo sgomberare la strada). Quanto peserà questo «incremento», tuttavia, non è stato calcolato: l'Amat non ha preparato un'analisi specifica.
La strategia del sindaco Pisapia è stata criticata dalla Provincia e solleva proteste tra i commercianti. L'emergenza ambientale sarà al centro di un vertice convocato per martedì dalla Regione: al tavolo di coordinamento antismog, presieduto dal ministro Corrado Clini, sono stati invitati gli amministratori pubblici dell'intera Pianura Padana. Obiettivo: programmare misure strutturali di contenimento delle polveri.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!