Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Smog, primo giorno di blocco del traffico Assalto alle metropolitane
Ne risentono i commercianti?

Articolo del: 09/12/2011


Vai all' articolo originale

Milano, 9 dicembre 2011 - Complici la giornata lavorativa e il periodo natalizio, sono numerose le persone costrette ad affrontare i disagi della città, causati da due giorni di blocco totale del traffico, provvedimento deciso dal sindaco Giuliano Pisapia in seguito all'aumento dei livelli di polveri sottili nell'aria. Un'occasione per riscoprire a piedi o in bicicletta la Milano addobata per le feste, anche se, complice la crisi, le vetrine si ammirano ma i negozi restano pressoché vuoti. Meglio allora qualche mercatino alla ricerca di panettoni e torroni per rendere meno amari i problemi di spostamento. Infatti i mezzi pubblici, in modo particolare le metropolitane, sono letteralmente presi d'assalto ed è difficile salire al primo convoglio in arrivo in stazione. Poi, al secondo o terzo, ci si ritrova schiacciati come sardine. La situazione peggiore è quella dei treni per Rho Fiera, dove c'è la Fiera dell'Artigianato.



"BIGLIETTI SPECIALI?" - "Chi ha detto che oggi il biglietto vale tutto il giorno?": è la domanda che si fanno spazientiti alcuni edicolanti delle maggiori stazioni della metropolitana che oggi, giaàmolto indaffarati, si ritrovano a dover smentire la notizia, deludendo i molti cittadini che richiedono questo "fantomatico" biglietto speciale per il blocco auto. Meno confusione, invece, sul giornaliero scontato, non ancora in vigore e che potrebbe arrivare a 2.50, "ma sicuramente dopo tutti questi mercatini natalizi, ma non è una novita' quindi la gente lo sa".. Sui marciapiedi affollati della linea rossa, intanto, tra un treno e l'altro vengono annunciati gli sconti per genitori conviventi con almeno 5 figli a carico, i minuti di attesa pero' non sono molti.


BLOCCO DEL TRAFFICO - Due giorni per ‘consolidare’ i più incoraggianti dati di inquinamento. Milano è alla prova del primo stop totale della circolazione in un giorno feriale: da questa mattina alle 10 non si circola sul territorio cittadino, divieto che comprende anche motocicli e ciclomotori e così si andrà avanti fino alle 18 di stasera e poi ancora domani, stesse modalità, stesso orario. Resta anche in vigore il fermo, dalle 00.00 alle 24, per i veicoli benzina Euro 0, per i veicoli diesel Euro 0, 1 e 2 e per motocicli e ciclomotori due tempi Euro 0 e 1.



SCUOLE CHIUSE E NEGOZI APERTI - Oltre al blocco del traffico per venerdì e sabato, la delibera firmata dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha previsto per gli stessi due giorni la chiusura delle scuole e protratto fino al 23 dicembre il fermo per tutti i veicoli diesel Euro 3 privi di filtro antiparticolato. Fino all’11 dicembre, su tutto il territorio cittadino, inoltre, l’orario di chiusura delle attività di vendita in sede fissa potrà essere protratto fino alle ore 24, ma fino al 23 dicembre e’ vietato l’utilizzo di dispositivi che consentono di mantenere aperte le porte d’accesso dei negozi. La stessa data del 23 è quella che pone fine all’obbligo di riduzione di 1 grado centigrado delle temperature e del lavaggio straordinario delle strade.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!