Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Area C: il Comune di Basiglio prepara il ricorso al Tar
Il Sindaco Cirillo: “Pronti a ricorrere contro la congestion charge, che penalizza i nostri cittadini e carica il Comune di nuovi oneri”

Articolo del: 10/01/2012


Vai all' articolo originale

(mi-lorenteggio.com) Milano, 10 gennaio 2012 - Un ricorso diretto al Tar contro la nuova congestion charge introdotta dal Comune di Milano. E un sostegno ai cittadini basigliesi che dovessero decidere di fare una class action contro Palazzo Marino.

Il Comune di Basiglio dice no ad Area C. E, invista dell’entrata in vigore lunedì 16 gennaio del nuovo provvedimento varato dal Comune di Milano, si prepara a dare battaglia. “Stiamo valutando la possibilità di fare ricorso al Tar contro la congestion charge, - spiega ilSindaco, Marco Flavio Cirillo - in quanto si tratta di un provvedimento che penalizza i cittadini basigliesi”.

Un precedente in tal senso c’è già. Pochi mesi fa, infatti, il Tribunale amministrativo regionale ha bocciato la Zona a traffico limitato (Ztl) che era stata introdotta proprio dal Comune di Basiglio per ridurre il traffico e l’inquinamento, accogliendo il ricorso presentato da altri quattro Comuni.

“In quel caso è stato detto che la nostra Ztl penalizzava i cittadini non residenti e i Comuni che avevano presentato ricorso. Lo stesso - sottolinea il Sindaco Cirillo - accadrà con la congestion charge, con cui non si contempera alle necessità dei cittadini, ai quali viene impedito di raggiungere liberamente il loro posto di lavoro, e si caricano i Comuni di residenza di oneri aggiuntivi, perché qualcuno dovrà garantire dei servizi di trasporto aggiuntivi che Milano non ha intenzione di fornire”.

Non solo. Oltre ad agire direttamente, il Comune di Basiglio si metterà a disposizione dei cittadini qualora questi dovessero decidere di fare una class action contro Area C. “Sono disponibile a farmi capofila per una class action contro questo provvedimento” conferma il primo cittadino, il quale spiega anche che “se alla fine verrà comunque deciso che si tratta di una misura legittima, allora anche noi vedremo di adottarne una analoga nel nostro Piano del traffico, escludendo dal pagamento solamente iresidenti”.

Esattamente come Milano, anche Basiglio accoglie ogni giorno sul proprio territorio un numero di lavoratori provenienti da altri Comuni pari al 50% dei residenti. “E questo - conclude il Sindaco Cirillo - significa avere un aumento del traffico e dell’inquinamento, e un peggioramento della qualità della vita per i nostri cittadini”.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!