Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Al via Area C. La Lega distribuisce il lasciapassare anti-tassa

Articolo del: 16/01/2012


Vai all' articolo originale

A Milano nasce Area C, il provvedimento che cambia le regole per accedere nel centro (Ztl Cerchia dei Bastioni), dal lunedì al venerdì feriali, dalle 7.30 alle 19.30 per ridurre del 20-30% il traffico nel centro città e migliorare la qualità della vita a chi vive, lavora, studia o visita la città. Lo ricorda il Comune, riepilogando il provvedimento.

Alcune linee di superficie hanno cambiato percorso allungando la corsa fino ad Area C, stupore tra alcuni viaggiatori. Me nelle settimane scorse Atm e Comune avevano ampiamente informato i viaggitori delle modifiche.

"Nessuna esenzione né per me né per gli assessori" assicura il sindaco di Milano Giuliano Pisapia riferendosi all'introduzione del ticket di cinque euro per entrare e circolare nell'Area C del comune. Pisapia abita nel centro della capitale lombarda e, in un'intervista al Corriere della Sera, precisa: "Quando userò la mia auto non usufruirò di nessun vantaggio rispetto agli altri residenti di Area C".

Nel giorno in cui scatta la tassa d'ingresso a Milano, il sindaco si dichiara tranquillo, anche se "i primi giorni saremo sulle spine perché l'Area C è una novità assoluta in Italia, senza precedenti. Nel piccolo, è il nostro protocollo di Kyoto". Quanto alle proteste dei cittadini, Pisapia ne comprende le ragioni, ma "il problema è di cercare di condividere il più possibile i vantaggi che ci saranno per tutti: il traffico sarà più celere, l'aria più pulita, i mezzi pubblici più efficienti".

Tutti gli introiti derivanti da Area C saranno utilizzati esclusivamente per favorire lo sviluppo delle reti di trasporto pubblico, piste ciclabili, zone pedonali e a velocità limitata. Secondo uno studio Amat (Agenzia Mobilità Ambiente Territorio), con l'introduzione di Area C saranno oltre 29.000 i veicoli che non entreranno più nel centro di Milano.

Per definire Area C si sono tenuti incontri con circa cento associazioni di categoria e di cittadini e ci si è basati sui risultati del referendum del 12 e 13 giugno a Milano, quando circa l'80% dei votanti si è espresso a favore di un insieme di misure (tra cui il pedaggio di congestione) per combattere il problema della congestione. Inoltre nel corso dell'ultima settimana gli Assessori sono andati nelle 9 zone della città dove hanno incontrato più di 2.000 cittadini per raccogliere le osservazioni dei milanesi. Per disincentivare l'uso dell'auto per entrare nella Cerchia dei Bastioni (l'area è la stessa in cui era attivo Ecopass fino a dicembre: 43 varchi, di cui 6 a uso esclusivo dei mezzi pubblici e 1 promiscuo in Corso di P.ta Vittoria) bisognerà pagare un ticket di 5 euro, uguale per tutti. Fanno eccezione i residenti che hanno 40 ingressi gratuiti e poi una tariffa agevolata a 2 euro.

Gli ingressi gratuiti sono stati calcolati in base a uno studio di Amat secondo il quale soltanto il 50% dei residenti dentro l'Area C usa l'auto più di 40 volte all'anno; supera il 70% la percentuale di residenti che, al netto dei 40 accessi e calcolando i tagliandi a 2 euro, pagherà al massimo 6 euro al mese. L'esborso massimo sarà di 1,70 euro al giorno. Tariffa speciale anche per veicoli "di servizio" (che potranno scegliere tra 5 euro con due ore di sosta o 3 euro per l'accesso).

Sono completamente esentate dal pagamento alcune categorie: tra cui, moto e motorini, veicoli elettrici, veicoli per il trasporto di persone con disabilità. Inoltre i veicoli appartenenti a malati cronici e a enti o associazioni che assistono i malati e i soggetti fragili. Fino al 31 dicembre 2012 sono esentati anche veicoli ibridi, a metano, bifuel e Gpl. Non potranno più accedere nel centro di Milano, negli orari di attivazione del provvedimento, i veicoli benzina Euro 0 e i diesel Euro 0, 1, 2 e 3. Fanno eccezione, solo per quest'ultima categoria, i veicoli dei residenti, quelli "di servizio" e i bus turistici, che potranno entrare in Area C fino al 31 dicembre 2012.

Con Area C saranno potenziati i mezzi di trasporto pubblico che potranno far viaggiare 65 mila passeggeri in più. Grazie a un un investimento di 9 milioni di euro il potenziamento riguarda tutta la città, dal centro alla periferia e viceversa: dalla linea metropolitana rossa (M1), che avrÖ 2 treni in più, all'estensione dell'orario di punta per le metropolitane fino alle 10 del mattino, con circa 24 corse in più al giorno. Anche le linee di superficie saranno potenziate, sia nelle ore di punta sia in quelle di morbida, con 252 corse in più dei tram 3, 15, 24 e 27 e degli autobus 39, 50, 54, 61, 70 e 94. Saranno, inoltre, prolungate tre linee di superficie a supporto delle tratte più frequentate della metropolitana (autobus 37, 67, 74).

Il potenziamento della rete Atm con l'arrivo di Area C passa anche dalla protezione dei tratti riservati a tram, autobus e filovie con cordoli e telecamere. Nove gli interventi in programma, undici le linee coinvolte: sette tranviarie (3-5-14-16-24) tre di autobus (81-84-95) e la filoviaria 90/91. I lavori partiranno questo mese e termineranno gradualmente entro la fine di aprile. Per la mobilità sostenibile - spiega ancora palazzo Marino - investiti 22 milioni di euro su 9 progetti di piste ciclabili, sia in centro sia in periferia, (i ciclisti sono aumentati del 30% negli ultimi anni, fonte: decimo censimento di Ciclobby, dati 2003-2011).

Nella stessa direzione va l'installazione di 10 nuove stazioni del bike sharing tutte al di fuori della Cerchia dei Bastioni. Per informare su tutte le novità di Area C sono stati stampati 2 milioni di volantini e oltre 100mila cartoline che circolano a Milano e nell'hinterland, sono stati realizzati un video informativo, che viene trasmesso sulle tv milanesi e lombarde, negli aeroporti e nelle stazioni della metropolitana, e un messaggio radiofonico che passa su stazioni locali e nazionali. E poi, affissioni, Green Graffiti (tecnica ecologica che fa comparire sull'asfalto, tramite getti di liquido pulente, la scritta "Area C"), locandine in uffici pubblici, scuole e biblioteche comunali. Insoliti punti di informazione anche edicole, benzinai (159 impianti di rifornimento carburante presenti in città e 19 stazioni di servizio sulla rete delle tangenziali milanesi) e lo stadio.

Il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha, inoltre, inviato una lettera a tutte le 700mila famiglie milanesi. Area C ha anche un gruppo su Facebook, dove porre domande e informarsi sulle novità, oltre al sito internet ufficiale www.areac.it (tradotto anche in inglese, francese e, nei prossimi giorni, in spagnolo, cinese, arabo e filippino) e all'infoline 020202. Sarà possibile acquistare i tagliandi tramite i 500 parcometri distribuiti per tutta la cittÖ, il sito www.areac.it, il call center 800.437.437, gli sportelli Bancomat di Intesa Sanpaolo oppure attivando il RID su conto corrente, grazie al quale gli accessi vengono rilevati automaticamente. Oltre ai ticket giornalieri da 5 euro nelle rivendite autorizzate (tabaccai, Atm point, edicole), sono disponibili anche tagliandi multipli da 30 e 60 euro a scalare, che possono essere utilizzati anche in giorni non consecutivi. L'attivazione del titolo d'ingresso deve avvenire il giorno stesso o al massimo entro le ore 24 del giorno successivo. Residenti e veicoli "di servizio" hanno l'obbligo di registrazione per poter accedere alle agevolazioni a loro riservate (che si può effettuare sul sito).

Per aiutare tutti a familiarizzare con il provvedimento, ci sarà tempo per regolarizzare gli ingressi, effettuati tra il 16 gennaio e il 16 marzo, entro e non oltre il 17 marzo 2012. Dalle 7,30 saranno mille, tecnici, vigli e "facilitatori", le persone in prima linea per assicurare che tutto funzioni alla partenza di Area C. A dare informazioni ai 43 varchi saranno presenti due agenti su due turni, per un totale di 172 vigili cui si aggiungono le 130-170 pattuglie in regolare servizio in città; mobilitati 20 volantinatori del Comune e diversi ciclomotori elettrici; 140 persone dedicate al call center del Comune (02.02.02). Pronto anche il personale "a terra" di Atm e fra queste in particolare 70 persone a dirigere il traffico sulle banchine più affollate della metropolitana. Numeroso il personale agli sportelli Atm point e ai due sportelli messi a disposizione del Comune (l'ex Cobianchi di piazza Duomo per i residenti e via Pini per tutti).

Gazebo della Lega nelle principali piazze della città e manifestazione davanti a palazzo Marino contro l'area C. "Parte l'Area C e la Lega e' presente con gazebo - spiega il consigliere comunale Alessandro Morelli - in 5 Giornate, Repubblica, Cantore e Conciliazione oltre a punti di volantinaggio. Alle 11 saremo in piazza Conciliazione pronti a spiegare il nuovo dazio di Pisapia distribuendo lasciapassare anti tassa. Alle 16.30 invitiamo i consiglieri di zona di fronte a Palazzo Marino per dire 'no' a Pisapia e alle sue tasse".

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!