Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Sciopero trasporti, stop ad Area C
Venerdì ingresso libero in centro. Mezzi fermi dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. Mercoledì in zona Bastioni 36 mila veicoli in meno

Articolo del: 26/01/2012
Autore: Gianni Santucci

Vai all' articolo originale

Dopo nove giorni di controllo sulle auto che entrano in centro, domani si spegneranno le telecamere di Area C. Stop di un solo giorno. Il sistema tornerà regolarmente a funzionare da venerdì. La decisione è stata presa dal Comune e segue una regola che veniva già applicata nei quattro anni di Ecopass: a causa dello sciopero dei mezzi pubblici, molti milanesi saranno costretti a usare l'auto per spostarsi e, dato che «non ci sarà alternativa all'uso del mezzo privato», non verrà applicato il pedaggio per l'ingresso nella cerchia dei Bastioni. Lo sciopero nazionale di domani è stato proclamato dai sindacati autonomi e riguarderà due fasce orarie: i mezzi dell'Atm saranno a rischio dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Non si può ancora stimare quale sarà l'adesione di tranvieri e macchinisti, ma è probabile il fermo del metrò.

Mercoledì, nell'ottavo giorno di Area C, sono stati ancora confermati i dati sulla riduzione del traffico: 86.400 ingressi in centro tra le 7.30 e le 19.30, con una diminuzione del 29,2 per cento della congestione rispetto alle settimane di inizio gennaio (meno 35.650 accessi in valore assoluto). Quel che più conta, nelle analisi fatte in questi giorni dall'Agenzia per la mobilità del Comune, è il fatto che in centro stia aumentando la velocità dei mezzi pubblici. Tram e autobus trovano meno intasamenti e meno code. Proprio per questo Atm sta programmando una revisione dei passaggi e delle frequenze. Continua intanto la serie «nera» dell'inquinamento. Martedì (ultimo dato disponibile) l'aria di Milano è arrivata al quindicesimo giorno consecutivo con le polveri sottili sopra le soglie per la protezione della salute. Un inizio anno con 19 giorni «rossi» sui primi 24. E le previsioni dicono che ancora per un paio di giorni lo smog continuerà ad accumularsi. Spiega il bollettino dell'Arpa che incrocia dati meteorologici e stime sull'inquinamento: «Tempo stabile con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, precipitazioni assenti e ventilazione debole. Temperature stazionarie o in lieve aumento nei minimi. Fino a venerdì, condizioni favorevoli all'accumulo di inquinanti o neutre, da sabato favorevoli alla dispersione». Resta per questo in vigore il divieto di circolazione per i mezzi diesel Euro 3 in tutta la città.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!