Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Gli abbonamenti annuali e mensili sono cresciuti del 30 per cento
Area C, sui metrò un milione di viaggiatori in più
Atm: a gennaio boom di passeggeri. Incontro Comune-governo per i fondi sui nuovi treni

Articolo del: 10/02/2012
Autore: Armando Stella

Vai all' articolo originale

MILANO - Un milione di passeggeri in più sulle tre linee del metrò e abbonamenti in crescita del 30 per cento. I dati di Atm descrivono un gennaio da «record» e raccontano l'impatto di Area C sul trasporto pubblico. È quello che i tecnici definiscono «fenomeno di trasferimento modale»: una parte dei pendolari ha scelto di evitare il ticket da 5 euro, lasciare l'auto e salire sui mezzi Atm. L'azienda ha calcolato un aumento di viaggiatori del 4 per cento rispetto al gennaio 2011 e misurato un risultato doppio rispetto al quadrimestre settembre-dicembre: significa, al netto di variabili stagionali e dinamiche economiche, che la congestion charge ha condizionato i flussi e accelerato il trend.

«La promozione del trasporto pubblico e la diffusione degli abbonamenti sono due obiettivi di Area C», sottolinea l'assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran. La «soddisfazione» della giunta è sintetizzata nel post pubblicato da Maran su Facebook: «Milano cambia». E il Comune incassa. I ricavi da biglietti e abbonamenti Atm, rispetto a un anno fa, sono in crescita del 25 per cento: un tesoretto di 4,4 milioni di euro. Altra questione è il salto di qualità del servizio. Un potenziamento reale della rete di mezzi pubblici può passare solo attraverso la realizzazione delle nuove linee del metrò (la 4 e la 5) e l'acquisto di treni per svecchiare il parco mezzi.

Capitoli delicati. Il bilancio di Palazzo Marino è magro e la spending review sul contratto Atm potrebbe chiudersi con un doloroso taglio ai trasferimenti. Il direttore generale Davide Corritore, ieri, è stato ricevuto al ministero per lo Sviluppo economico e lì ha discusso l'assetto tecnico-economico della M4 Linate-Lorenteggio e presentato la richiesta di finanziamenti per trenta treni da inserire sulla linea «rossa» (servono circa 30 milioni). Sui tempi di costruzione della linea 4, in particolare, l'attenzione del Comune è massima.

Il via libera del Consiglio di Stato, dicono a Palazzo Marino, dovrebbe consentire l'apertura dei cantieri entro fine mese dal piazzale dell'aeroporto: l'obiettivo minimo è l'inaugurazione della tratta Linate-Forlanini Fs (tre fermate) entro l'Expo 2015, ma la giunta crede nella possibilità di avanzare fino alla stazione del passante ferroviario di piazzale Dateo.La sperimentazione dell'Area C e i nuovi metrò sono stati al centro, ieri, anche dell'incontro trilaterale tra gli assessori alla mobilità di Milano, Bologna e Torino (tre giovani amministratori pd). Il tavolo di coordinamento itinerante su traffico, ticket e isole pedonali si sposterà poi in Emilia e in Piemonte.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!