Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Blocco circolazione Euro 3 Milano e hinterland dal 14 febbraio 2012 e negozi con porte chiuse

I divieti sono stati sospesi lo scorso 2 febbraio per appena 24 ore, poi il PM10 ha sforato ancora per 10 giorni consecutivi e, da oggi, tornano le restrizioni per circolazione e riscaldamenti

Articolo del: 14/02/2012


Vai all' articolo originale

L’abbassamento dei livelli di PM10 dovuto alla neve, purtroppo, è già svanito: le restrizioni alla circolazione erano state sospese lo scorso 2 febbraio ma, dopo una tregua di 24 ore, già le polveri sottili sono tornate a sforare i limiti dei 50 microgrammi per metro cubo stabiliti dalla Legge, provocando l’attivazione dei nuovi divieti a partire dal 14 febbraio 2012.





I DATI ARPA DI TUTTA LA LOMBARDIA – Le centraline di Arpa Lombardia hanno rilevato sforamento di polveri sottili in tutte le postazioni attive sia su Milano (in barba alle telecamere di Area C), che sul territorio provinciale: Arese, Cassano d’Adda, Limito di Pioltello, Magenta, Milano Città Studi, Milano Senato, Milano Verziere, Robecchetto, Trezzo d’Adda e Turbigo.



I NUOVI DIVIETI, A PARTIRE DAL 14 FEBBRAIO 2012 – Pertanto, tornano a scattare da martedì 14 febbraio 2012 le misure anti-inquinamento previste nel Protocollo di collaborazione della Provincia di Milano con i Comuni ricadenti nel suo territorio, cui Milano ha aderito venerdì 20 gennaio 2012. Le misure attive da oggi vanno ad aggiungersi ai divieti di circolazione regionali già applicati durante i mesi invernali.



DIVIETO DI CIRCOLAZIONE SUL TERRITORIO PROVINCIALE A TUTTI GLI EURO 3 – Il divieto di circolazione è dunque esteso in tutto il territorio cittadino ai veicoli diesel Euro 3 senza FAP (per i quali già è vietato l’ingresso in Area C), dalle ore 8.30 alle 18 se privati, dalle 7.30 alle 10 se commerciali.



DIMINUZIONE DI ORE E INTENSITA’ DEL RISCALDAMENTO – Da oggi scattano anche:

- l’abbassamento della temperatura all’interno di tutti gli edifici cittadini, per i quali è stata stabilita la diminuzione di 1 grado centigrado (da 20° a 19°, con 2 gradi di tolleranza),

- la riduzione di due ore (da 14 a 12) della durata di accensione degli impianti.



PORTE CHIUSE NEI NEGOZI – Sempre sul fronte temperature viene anche chiesto agli esercizi commerciali di non fare uso di dispositivi che, al fine di favorire l’ingresso del pubblico, consentono di tenere aperte le porte di accesso ai locali.

- Saranno, infine, potenziati i controlli sui veicoli in circolazione, anche attraverso l’utilizzo di opacimetri, in grado di verificare i gas di scarico.



QUANDO FINIRA’ IL PROVVEDIMENTO? –Il provvedimento sarà sospeso dopo 3 giorni consecutivi di PM10 sotto la soglia.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!