Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Area C, ai furbetti del ticket
più di 100mila multe al mese
Ogni giorno quasi ci sono 6.000 trasgressori, a gennaio erano 2.000 in meno
Diffusi i dati dei primi due mesi e mezzo. Maran: si conferma il calo del traffico

Articolo del: 02/05/2012
Autore: ILARIA CARRA

Vai all' articolo originale

Quasi seimila multe al giorno. Cresce l’esercito dei trasgressori del ticket composto da chi al volante passa sotto le telecamere accese ma non può perché ha il divieto d’accesso o, più frequentemente, si dimentica di farlo o non sa ancora come mettersi in regola. Nei primi due mesi e mezzo, in media, sono almeno centomila al mese i dannati del pedaggio per il centro, 250mila in tutto dal suo avvio.

E dal bilancio dei primi 52 giorni di Area C dal 16 gennaio a fine marzo, diffuso dall’amministrazione, si conferma il trend del calo di traffico in centro: è del 36 per cento la riduzione della congestione nella zona protetta; 87.367 gli ingressi giornalieri medi rispetto ai 136.289 che caratterizzavano quotidianamente il vecchio Ecopass. Cioè una media di 49mila ingressi al giorno in meno e un calo complessivo di oltre 2,5 milioni di passaggi.

Erano più bassi, però, i numeri delle sanzioni relativi alla prima settimana di Area C, dal 16 al 20 gennaio scorsi. Una media di 4mila automobilisti ogni giorno, circa il 14 per cento del totale di chi, pur sottoposto al pedaggio, è entrato in centro senza regolarizzarsi. In pratica uno su sette. La percentuale oggi è rimasta più o meno la stessa, ma sono cresciuti i veicoli entrati in Area C, da 77mila a 87mila. Ed è anche un po’ aumentata la quota d’ingressi di quelli sottoposti a pagamento.

Volendo fare un paragone con l’avvio di Ecopass, alla fine la percentuale di trasgressori con
Area C è più bassa: nei primi due mesi del vecchio ticket fu multato quasi il 20 per cento degli automobilisti che avrebbe dovuto pagare ma non lo fece (3.369 sanzioni su 17.378 ingressi a pedaggio). Tra i veicoli soggetti a ticket il 15 per cento degli ingressi è fatto da residenti: metà di loro, secondo gli esperti, non supererà comunque la soglia dei 40 passaggi all’anno, numero che corrisponde al bonus di ingressi gratuiti concessi dall’amministrazione.

Dal bilancio dei primi due mesi e mezzo spicca un trend: c’è stata una crescita progressiva del traffico fino a fine febbraio, poi assestatasi. E anche un quadro dei veicoli autorizzati: sono 24.800 gli ingressi dei veicoli che entrano gratis in centro, tra disabili, taxi, autobus e altri 'derogati', a cui vanno aggiunti gli oltre 10mila passaggi dei veicoli ecologici (un’auto su sei che entra in Area C è green).

In pratica, quattro ingressi su sei sono gratis, nella Cerchia dei Bastioni a telecamere accese: un numero un po’ cresciuto nelle ultime settimane ma, dicono gli esperti, dovuto soprattutto al boom dei passaggi dei taxi che sfruttano di più gli itinerari del centro, meno trafficati. Inoltre, secondo il report elaborato da Amat, l’Agenzia per la mobilità di Palazzo Marino, si conferma la prevalenza di ingressi occasionali: quasi la metà delle auto, cioè, è entrata in centro dalle 7,30 alle 19,30 solo una volta, e solo il 5,5 per cento è passata sotto i varchi per la metà dei 52 giorni di attivazione.

Per il Comune il bilancio sul calo del traffico è un successo: «I dati confermano il trend positivo della riduzione del traffico — dice l’assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran — grazie ad Area C il centro sta diventando più gradevole e aumentano le persone che decidono di usare i mezzi pubblici e la bici per raggiungerlo».

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!