Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

MILANO, LA MOVIDA SALE SUI MEZZI PUBBLICI.
BICI E BUS BY NIGHT: DA VENERDì 4 LINEE

Articolo del: 05/06/2012
Autore: Michela Corna

Vai all' articolo originale

MILANO - È arrivato il caldo, è tornata l’aria di movida ed Atm si attrezza per andare incontro al popolo della notte. Scatterà venerdì il piano di potenziamento della rete notturna nel weekend: 4 nuove linee, che mandano in pensione le navette del Radiobus by night, saranno attive venerdì e sabato dalle 2 alle 6 del mattino per permettere ai mondaioli di lasciare la macchina in garage e spostarsi con i mezzi pubblici. Comodità e sicurezza nel rincasare dopo aver bevuto magari qualche drink di troppo. I nuovi percorsi sfiorano i punti principali della metropoli: la notturna 6 da Cadorna a Centrale, la N24 Duomo-Vigentino, la N27 San Babila-viale Ungheria e la N72 De Angeli-Quinto Romano. Milano servita al meglio dal centro alla periferia. Non solo. Si prevede un potenziamento della 90/91. Una piccola rivoluzione per coprire meglio il territorio 24 ore su 24. Atm deve fare anche i conti con una richiesta espressa da Epam in concomitanza con l’avvio della lunghissima isola pedonale ai navigli che, in via sperimentale, inizierà fra meno di due settimane e terminerà il 31 ottobre, dopo 5 mesi di divertimento non stop. Il vicepresidente Epam Alfredo Zini, durante il summit con l'amministrazione, ha chiesto «il prolungamento dell’orario di chiusura dei parcheggi di Romolo, Famagosta, Porta Genova fino alle 3 di notte e l’introduzione di navette che conducano alla Darsena». Tutto per ovviare al problema della sosta, vero dramma per i frequentatori dei locali.
Novità anche sul versante del bike sharing: il sindaco Giuliano Pisapia ha annunciato su Twitter che è partita la fase sperimentale delle bici notturne. In estate, infatti, pedalare è piacevole ed ecco che le stazioni BikeMi (da ieri) rimangono aperte dalle 7 fino alle 2 di notte per tutto il mese di giugno e luglio, mentre nei weekend non chiuderanno mai. La rete, visto il boom di utenti, sarà incrementata con 21 nuove stazioni, che passeranno da 128 a 149 con un totale di 2.400 biciclette a disposizione, quota che conferma Milano come la capitale del pedale con il maggior numero di due ruote in condivisone. «Se i risultati saranno positivi potremmo pensare di prolungare l'orario straordinario oltre luglio», promette l’assessore alla mobilità, Pierfrancesco Maran. I presupposti ci sono.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!