Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Nuovi 'parcheggi' per le biciclette Maran: "Città sostenibile"
Il Comune ha terminato la posa di 16 nuove rastrelliere, grazie alle quali sale a quota 655 il totale dei nuovi posti in città installati a partire da aprile

Articolo del: 23/07/2012


Vai all' articolo originale

Milano, 22 luglio 2012 - Sono 80 i nuovi posti a disposizione di chi ama muoversi in città sulle due ruote. Il Comune ha terminato, infatti, la posa di 16 nuove rastrelliere, grazie alle quali sale a quota 655 il totale dei nuovi posti in città installati a partire da aprile dove parcheggiare le biciclette.

Le nuove rastrelliere sono state posate in piazza Liberty, 4 portabici da 5 posti, per un totale di 20 posti , via S. Paolo, 1 portabici da 5 posti, per un totale di 5 posti , via, Rogoredo, 6 portabici da 5 posti, per un totale di 30 posti , via Cassinis, 5 portabici da 5 posti, per un totale di 25 posti. La posa delle prime nuove rastrelliere era partita a inizio aprile da piazzale Dateo e l’obiettivo del Comune, entro la fine dell’anno, è mettere a disposizione dei ciclisti oltre 1.300 stalli nuovi, quasi tutti in prossimità di stazioni e fermate dei mezzi pubblici.

Le rastrelliere sono state posate, fino a oggi, in via Marino, proprio di fianco alla sede del Comune, in via Ornato, piazza Duca d’Aosta, via Lucca, via Parri, via Bacchelli, via Dante, piazza Cordusio, via Gattamelata, via Palermo, piazza Cadorna, via Foro Bonaparte, via Minghetti, via Paleocapa, via San Nicolao, piazzale Dateo, corso Plebisciti, piazza Otto Novembre, piazza Berlinguer, corso Buenos Aires, via San Paolo, via Catena e via San Barnaba.

Soddisfatto l’assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo urbano e Verde Pierfrancesco Maran: “La ciclabilità e la trasformazione di Milano in una città amica delle due ruote sono un tema prioritario per la nostra Amministrazione, come dimostrano anche gli investimenti che abbiamo dedicato a promuovere l’uso delle due ruote in tutta la città, anche grazie ai proventi di Area C”. e ha concluso: “Il nostro obiettivo è cambiare il volto di Milano, rendendola una città ciclabile e sostenibile, simile ad altre grandi città europee dove la bici rappresenta ormai un mezzo di trasporto quotidiano e una valida e concreta alternativa all’uso dell’auto”.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!