Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Navigli, cambia il piano parcheggi
strisce blu gratis per tutti i residenti
In 24 strade sosta libera contro l’invasione di auto. Da settembre il contrassegno
sarà valido anche per lasciare la propria vettura in cinquecento posti a pagamento

Articolo del: 12/08/2012
Autore: ORIANA LISO

Vai all' articolo originale

Strisce blu gratis per i residenti anche nelle affollatissime vie in zona Navigli. La novità è in arrivo per settembre, una volta installata la nuova segnaletica verticale e orizzontale: a conti fatti, circa 500 posti fino ad ora riservati alla sosta a pagamento potranno essere utilizzati a costo zero da chi abita nel quartiere della movida e, anche per questo motivo, ha vita difficile quando deve cercare un parcheggio.

L’ordinanza firmata pochi giorni fa dall’assessore alla Mobilità Piefrancesco Maran è una modifica della delibera che la giunta Pisapia aveva approvato a fine maggio per istituire l’isola pedonale permanente sui Navigli. Due mesi di esperienza diretta, però, sono bastati a capire che per i residenti, una volta chiuse molte strade del quartiere - con una perdita secca di circa cento posti -, non restava più alcuna possibilità di parcheggiare l’auto, se non acquistando o affittando costosi box.

Da qui la decisione di estendere all’ambito 19 (così è contrassegnata la zona Navigli) la possibilità di parcheggiare non solo sulle strisce gialle (sempre meno) ma anche su quelle blu in piazza Arcole, via Balilla, via Baravalle, via Borromini, via Brioschi, via Brunacci, piazza Tito Lucrezio Caro, corso Colombo, via Custodi, via Darwin, via Gentilino, via Gola, via Lecchi, via Meda, via Pavia, via Pichi, via Segantini, via Ascanio Sforza, via Tabacchi, via Tantardini, viale Tibaldi, via Torricelli, via Vigevano, via Zamenhof. Tutte vie dove sono disegnate
strisce blu che si sommano alle gialle delle altre vie del quartiere, dove la disciplina della sosta resta ovviamente invariata.

È l’ennesima zona di Milano, quella dei Navigli, dove Palazzo Marino decide di aumentare la disponibilità di posti gratuiti per i residenti, esasperati - spesso - dalla sosta selvaggia del popolo della notte: le stime dicono che soltanto intorno ai Navigli sono in media 220, ogni giorno, le auto parcheggiate in modo irregolare, soprattutto sulla Ripa di Porta Ticinese e sull’Alzaia Naviglio Pavese. Una rivoluzione iniziata ai tempi dell’amministrazione Moratti e continuata dalla nuova giunta, con una mappa che ormai comprende Buenos Aires e Bacone, Lazzaretto, Libia, Risorgimento, Sarpi e Washington, Farini, Sondrio, Novelli e Martini.

Il piano che gli uffici del settore Mobilità stanno via via disegnando prevede anche nuovi posteggi (gratis per i residenti e a pagamento per tutti gli altri) in corrispondenza delle fermate delle due nuove linee di metrò previste e in diverse zone periferiche: la previsione, entro fine anno, è di portare le strisce tracciate per la sosta regolamentata dalle 95mila attuali (51mila gialle e 44mila blu) a quasi 115mila.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!