Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Area C ridotta, cresce il fronte del no
"Eventi al giovedì ma senza traffico"
In Comune e in giunta critiche allo spegnimento alle 18 delle telecamere: “Gli stessi
negozianti si sono defilati e molti non hanno prolungato l'orario nella serata shopping”

Articolo del: 24/09/2012
Autore: ALESSIA GALLIONE

Vai all' articolo originale

Il secondo atto andrà in scena il prossimo giovedì. Un altro test, dopo il debutto con poche vetrine illuminate in centro e il via libera ai motori. Ma è proprio con i primi risultati sotto gli occhi che nel centrosinistra adesso cresce il fronte dei contrari allo spegnimento anticipato delle telecamere di Area C per i 'Giovedì di Milano'. Una richiesta esplicita che arriva dalla maggioranza in Consiglio comunale e che è (anche) un messaggio critico nei confronti dei commercianti: «Sì a eventi e iniziative per far vivere la città, ma ripensiamo allo spegnimento della congestion charge alle 18» è il telegramma.

Una linea che trova una sponda in giunta. E in questo caso è l’assessore allo Sport e tempo libero, Chiara Bisconti, a dire: «Per me si può anche pensare di rivedere la sperimentazione slegando le iniziative dalla mobilità. I commercianti hanno chiesto a gran voce per mesi questa possibilità e poi, alla prima occasione, hanno bucato sia l’opportunità dei 'Giovedì di Milano' sia l’accordo fatto per le autorimesse». Che Milano viva by night, insomma, ma senza auto.

Erano nate dai negozianti quelle giornate che, non a caso, inizialmente erano state battezzate 'Giovedì dello shopping': una sorta di compensazione invocata per far girare gli affari penalizzati a loro dire dal ticket. Ma, tirano le somme Luca Gibillini di Sel ed Emanuele Lazzarini del Pd: «I primi dati ci dicono che l’80 per cento
dei negozi in corso Buenos Aires (fuori dall’Area C) è rimasto aperto, mentre quelli nella Cerchia erano pressoché tutti chiusi. I commercianti hanno chiesto collaborazione, poi si sono sottratti». Sono loro a mettere sul tavolo il problema: puntiamo su cultura e aggregazione e non aspettiamo la fine dell’anno per tornare indietro sulle telecamere.

È quello che pensa il presidente della commissione Mobilità, Carlo Monguzzi. Per lui la sperimentazione è già finita: «Non è andata bene. Avevano ragione quanti sostenevano che rivitalizzare la città facendo arrivare le auto non era il modo giusto». Anche per Anna Scavuzzo della Lista civica per Pisapia «non è questo lo strumento per andare incontro ai commercianti». La stessa Bisconti apre al mondo dei negozi, con un “ma”: «Siamo pronti a collaborare sulle proposte per far vivere la città, ma sleghiamole dai modi con cui i cittadini scelgono di muoversi». Per l’assessore al Commercio Franco D’Alfonso, tuttavia, per ora si deve andare avanti: «Decideremo alla fine del test».

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!