Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Il tram riparte a singhiozzo: linea Comasina ferma nel week-end
Il tram dovrebbe rimettersi in viaggio il 23 ottobre. Ma per sei settimane non funzionerà il sabato, la domenica e i festivi perché queste giornate saranno utilizzate per completare l'intervento

Articolo del: 14/10/2012
Autore: bruno festari

Vai all' articolo originale

Difeso con i denti dai pendolari, sospeso in primavera per problemi di sicurezza. Ma ormai pronto a tornare sui binari.

Protagonista lo storico tram arancione della Comasina, che dovrebbe rimettersi in viaggio il 23 ottobre. Dopo che l'Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (Ustif) aveva imposto la sospensione della linea fino a che non fosse stata messa in sicurezza, da giugno sono partiti i cantieri.

I pendolari, in costante aumento dopo l'apertura del metrò Milano-Affori, sono stati costretti a utilizzare l'autobus sostitutivo. «Secondo Atm i lavori dovrebbero finire entro il 22 ottobre - spiega Giovanni De Nicola, assessore provinciale ai Trasporti - Sarà riaperta tutta la linea fino alla fermata Limbiate ospedale».

Lunedì ci sarà un nuovo sopralluogo ma il capitolo cantieri non si chiuderà qui. «Per sei settimane la linea non funzionerà il sabato, la domenica e i festivi perché queste giornate saranno utilizzate per completare l'intervento. Speravamo di rivedere in funzione il tram molto prima. Ora incrociamo le dita».

Intanto sono già partiti i preparativi per festeggiare il ritorno del trenino arancione. Il comitato «Salviamo il tram della Comasina» ha seguito passo dopo passo e con tanto di fotografie pubblicate su Facebook i lavori: si radunerà il 23 ottobre al capolinea per brindare al tram e ai nuovi orari. «È stata aggiunta una serie di treni nella fascia di mezzogiorno per rispondere alle esigenze degli studenti che ritornano da scuola e ci sarà anche un treno alle 20.30 da Comasina a Varedo».

Intanto si sta collaudando la linea, con locomotive impegnate in giri di prova, e si continua a lavorare per il potenziamento e la trasformazione in metrotranvia. Un progetto da 100 milioni che, dopo le resistenze da parte di alcuni Comuni coinvolti tra cui Paderno, sembra aver trovato la quadra. «Martedì presenterò in Giunta la bozza di accordo che è già stata approvata da tutti i Comuni - annuncia De Nicola - Appena sarà sottoscritto dalle amministrazioni, con delibera sull'impegno di spesa, si passerà alla progettazione e daremo il via alla gara» (fonte: Simona Ballatore).

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!