Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Dopo il palazzo di Amazon, partono i lavori di riqualificazione del quartiere
Museo Shoah e isola pedonale
Rinasce via Ferrante Aporti
Aprono i cantieri. «Spariscono 150 posti auto»

Articolo del: 04/11/2012
Autore: Armando Stella

Vai all' articolo originale

MILANO - Un'isola pedonale all'ingresso del Memoriale della Shoah, una corsia ciclabile lungo l'asse centrale, nuova illuminazione-sicurezza e panchine tra i filari di platani. Il progetto di riqualificazione di via Ferrante Aporti incide un tessuto delicato e problematico, la striscia di città addossata alla stazione Centrale, e rilancia il processo di rinnovamento su cui hanno già investito Amazon e Disney, le due big company entrate negli uffici delle ex Regie Poste. I cantieri aprono domani sul parterre alberato e sul lato dei civici dispari, tra viale Palestrina e viale Brianza. Effetto immediato: spariscono 150 posti auto. Sul lungo periodo: i lavori occuperanno la strada per i prossimi undici mesi.

Il Comune ha stanziato 1,28 milioni di euro per finanziare il restyling d'immagine e il riordino viabilistico della zona (il piano d'intervento è diretto da Mm). Il cuore del progetto, operativo e simbolico, è il ridisegno dell'area in cui la Fondazione per il Memoriale sta costruendo il polo museale e di studi dedicato alle vittime della Shoah. Da qui, dal Binario 21, nel biennio 1943-1945 migliaia di deportati vennero caricati su vagoni merci, agganciati ai treni e destinati ai campi di concentramento e sterminio di Auschwitz-Birkenau e Bergen Belsen, e ai campi italiani di raccolta a Fossoli e Bolzano. Come sarà il Memoriale è descritto nei disegni dell'architetto Guido Morpurgo: una biblioteca, una stanza per la riflessione, il Muro che porterà impressi i nomi degli uomini, delle donne e dei bambini cancellati dalla Storia. All'esterno, in corrispondenza dell'accesso al museo, il Comune lastricherà di pietra grigia un'ampia piazza pedonale e marcherà i confini di una Zona a traffico limitato (con dissuasori mobili antisfondamento).

Il programma di riqualificazione di via Ferrante Aporti è articolato in più fasi d'intervento. La Ztl del Memoriale richiederà una modifica strutturale della circolazione viabilistica (con la creazione di un anello stradale); sarà eliminata la sosta selvaggia tra gli alberi e verranno modificati i parcheggi regolari (23 posti con strisce blu, 26 a strisce gialle, otto spazi riservati ai disabili e 25 posti moto); per le auto che provengono da via Palestrina sarà bloccato l'ingresso in via Ferrante Aporti, così come verrà interrotto il collegamento da viale Brianza a via Pergolesi. I residenti nel secondo tratto della strada, a nord di viale Brianza, chiedono al Comune di estendere il progetto: «È la parte più sofferente del quartiere. Treni abbandonati. Senzatetto. Degrado. E noi?».

Commento: Ma sì, dai, chiudiamo tutta la città! E poi tutti a fare passeggiate in bicicletta, che così si vive meglio!
E gli spostamenti di chi deve andare a lavorare? E chi deve fare consegne? Ma chi se ne frega!!!
Povera Milano, ridotta sempre più ad un parco di divertimenti per quarantenni agiati. Tutti gli altri, che si arrangino!
E il bello è che che per queste scemenze dannose e inutili il Comune i soldi li trova sempre! Le case veramente necessarie e utili, invece, non vengono mai neanche prese in considerazione. Per esempio Milano è costellata di zone inutili di pavè, senza nessun senso perchè in strade assolutamente non di valore storico, ma di puro scorrimento, oppure a pavet solo per metà. Il pavet, spesso anche sconnesso e rotto, diventa scivolosissimo ogni volta che piove, e perciò molto pericoloso per automobilisti, motociclisti e anche (qualcuno si stupirà, ma pensiamo anche a loro) ciclisti. Lo stesso vale per le vecchie rotaie del tram.
Possibile che a nessuno venga in mente di mettere a posto un po' le strade, prima di curare le aiulette e creare inutili ztl, buone solo per aumentare gli ingorghi e ridurre i già insufficienti spazi per parcheggiare?


Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!