Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

L'INIZIATIVA «L'ITALIA CAMBIA STRADA»
Pedoni, ciclisti e pendolari, in migliaia per una mobilità nuova
Raccolta firme per una legge di iniziativa popolare che vincoli risorse per lo sviluppo del trasporto non motorizzato

Articolo del: 05/05/2013


Vai all' articolo originale

Poco dopo le 15 è partita dalla stazione centrale la manifestazione «L'Italia cambia strada», promossa da una rete di associazioni riunite sotto la sigla «Mobilità nuova». Intorno a 10mila persone, secondo gli organizzatori, hanno aderito all'appello. Pedoni, pendolari e ciclisti sfileranno in corteo fino a piazza del Duomo per protestare contro il dominio delle auto. In occasione dell'evento inizia anche la raccolta firme per una legge di iniziativa popolare che vincoli almeno tre quarti delle risorse statali e locali disponibili per il settore trasporti a opere pubbliche che favoriscano lo sviluppo del trasporto collettivo e individuale non motorizzato.
«L'Italia cambia strada»

I NUMERI - «Il 75% delle risorse pubbliche del settore vengono impiegate per soddisfare il 2,8% della domanda di mobilità (questa è infatti la quota di spostamenti quotidiani superiori ai 50 chilometri)». Agli interventi nelle aree urbane, al pendolarismo, al trasporto pubblico locale, alla ciclabilità e al trasporto individuale non motorizzato «vengono lasciate le briciole». La Rete per la Mobilità nuova riunisce 150 associazioni, tra cui Libera, Slow Food, Legambiente, Touring club italiano, Coldiretti, #salvaiciclisti, Fiab, Uisp e Genitori anti smog.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!