Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

«Ravvedimento operoso per chi dimentica Area C». Ma la sinisitra dice no

Bocciata la proposta del Pdl che chiede al Comune l'introduzione di una misura soft prima della multa da 82 euro: il pagamento del ticket con una piccola sanzione

Articolo del: 20/06/2013


Vai all' articolo originale

Nessuna clemenza per chi sbaglia. La sinistra non ammette nessuna chance per gli automobilisti distratti. E vuole il pugno duro: solo multe. È quello che in Consiglio di zona 3 si è capito dopo la bocciatura clamorosa di una mozione presentata da un consigliere di zona del Pdl, Francesco Migliarese. Il documento, clamorosamente bocciato, conteneva una richiesta al sindaco affinché prevedesse la possibilità per i cittadini di ravvedersi, versando una sanzione, in caso di ritardato pagamento del ticket Area C. Una sorta di «ravvedimento operoso». «La richiesta è di assoluto buon senso - spiega lo stesso Migliarese - ammesso che si vogliano davvero tutelare i cittadini in buona fede e rendere loro la vita più facile. Niente da fare, la maggioranza di sinistra ha bocciato la mozione senza dare troppe motivazioni. Evidentemente Pisapia e compagni vogliono solo fare cassa sulla pelle dei cittadini e guai a chi prova a disturbarli».
«Dal 17 settembre 2012 - si legge nella mozione - è tornata in vigore "Area C", Zona a Traffico Limitato che prevede l'accesso a pagamento all'area del Centro di Milano per la generalità delle auto. Le auto che accedono alla Ztl devono, entro 24 ore dall'accesso, procedere al pagamento del pedaggio con una delle modalità previste dai regolamenti e dalle ordinanze in materia (salvo il caso di acceso in abbonamento e altri casi diversi espressamente previsti). In caso di mancato pagamento dell'importo dovuto entro le 24 ore successive all'accesso - spiega ancora il documento di Migliarese - viene immediatamente irrogata una multa di 82 euro oltre spese di notifica. Non è invece attualmente prevista alcuna possibilità di ravvedimento qualora l'automobilista si accorga, oltre il termine delle 24 ore, di non aver pagato il ticket e voglia porre rimedio». «La possibilità del ravvedimento operoso - riflette il consigliere Migliarese - è prevista dalle leggi nazionali per tutte le principali imposte e tributi». Per questo ha proposto che venga «prevista per coloro i quali abbiano, per qualunque ragione, omesso il pagamento del ticket, la possibilità di ravvedersi, pagando l'importo originariamente dovuto e una opportuna sanzione; la possibilità del ravvedimento deve essere garantita per un congruo periodo di tempo, prima di procedere all'emissione della multa». Ma, niente da fare. Non ci resta che stare molto attenti. O pagare tutto e subito.

Commento: La questione è, per la sinistra, anzi certa sinistra, quella purtroppo in questo momento dominante, del tutto ideologica.
Anche la minoranza dovrebbe scendere sullo stesso livello, e fare dell'abolizione dell'Area C una questione ideologica.

Se siamo arrivati a questo punto è anche perchè il centrodestra non ha mai dato valore alla libertà di spostarsi e a quella di decidere come farlo. Anzi, si potrebbe dire che di tali cose non gliene ha mai fregato nulla.

Per tale motivo, punto dopo punto, gli ecotalebani, che tendenzialmente sono politicamente a sinistra, sono riusciti a far passare tutte le proprie istanze senza quasi incontrare difficoltà, se non una generica inerzia, pur essendo stati, fino a due anni fa, all'opposizione.


Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!