Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

L'ASSESSORE DE CESARIS: RISOLTI PROBLEMI EREDITATI DAL PASSATO
Comune, cancellato un parcheggio su tre
Stop a 42 progetti sui 142 della giunta Albertini
Da piazza Gobetti e Leonardo da Vinci fino a via Conchetta niente più posti auto

Articolo del: 28/07/2013
Autore: Elisabetta Soglio

Vai all' articolo originale

Altri otto parcheggi cancellati. La giunta comunale ha deciso ieri, su proposta dell'assessore Ada Lucia De Cesaris che non verranno realizzate le strutture di piazza Gobetti e piazza Leonardo da Vinci in zona Lambrate-Città Studi, piazza Arcole in Porta Genova, via Conchetta sul Naviglio Pavese, piazza Grandi in zona XXII Marzo, via Rovereto, via Valtorta e via Rancati nelle vicinanze di viale Monza, piazza Risorgimento a pochi passi dal centro, viale Ortles, in zona Ripamonti (GUARDA LA MAPPA). La giunta ha così approvato l'accordo che risolve alcune criticità aperte da circa un decennio, garantendosi il fatto di non dover sborsare oneri aggiuntivi.
PROBLEMI EREDITATI DAL PASSATO - Soddisfatta il vicesindaco De Cesaris: «Questo è un ulteriore tassello nella soluzione di alcuni problemi ereditati dal passato in materia di parcheggi. L'accordo con gli operatori prevede, in particolare, la rinuncia a quegli interventi non più sostenibili, la rimodulazione di altri e - conclude de Cesaris - la chiusura di tutti i contenziosi pendenti». Chiusa anche la vertenza legata al parcheggio di piazza Risorgimento (in zona 4, Indipendenza- Concordia), dove l'operatore riconosce al Comune la proprietà del chiosco-edicola, comprensivo anche dei due locali sottostanti. Così per il parcheggio residenziale di viale Ortles (zona 4, Ripamonti), il cui progetto definitivo prevederà la diminuzione dei piani interrati, che passano da 3 a 2, e dei posti auto che scendono a 162 rispetto ai 237 inizialmente previsti.

STRALCIATI 42 PARCHEGGI - Se si considera che, con provvedimenti successivi, le giunte dell'ex sindaco Gabriele Albertini avevano previsto l'apertura di 240 cantieri per parcheggi sotterranei (obiettivo finale era portare sotto terra circa 60 mila auto) e che la giunta Pisapia si è occupata di 140 di questi, dovendo affrontare problemi di vario genere (aumenti spropositati dei costi, ritardi nei lavori, contenziosi sulle vendite e perfino inchieste della magistratura) quelli che sono stati stralciati dal piano complessivo o che sono stati revocati per inadempienze dei costruttori sono 42.
Sono invece stati tagliati i nastri ai parcheggi di piazza XXV Aprile, via Leoncavallo, Correggio ovest, Moscova/Fatebenesorelle, Val Sesia ovest e il primo lotto di piazza Novelli.

QUATTRO NUOVI CANTIERI - Nei prossimi mesi ne verranno cantierizzati altri 4, tra cui anche quello di largo Rio de Janeiro, contro il quale è da poco stata presentata perfino una petizione al Parlamento europeo, firmata dai residenti della zona e depositata dalla parlamentare Cristiana Muscardini. Lavori da avviare anche nelle vie Celio, Primaticcio e Risorgimento Nord.
Gli uffici del Comune hanno ancora aperte 40 istruttorie, su altrettante strutture, mentre il dibattito su piazzale Bacone, piazzale Baracca, via Mosso e via Aporti è ancora aperto per forti criticità nella localizzazione». Sono infine in corso i lavori per il secondo lotto di piazza Novelli, piazza Sant'Ambrogio, via Maffei, via Bazzini (dove i lavori sono praticamente ultimati) e via Val Sesia.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!