Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Corsie preferenziali: ecco il lungo elenco dei privilegiati a Milano
Sono passate da 5.248 beneficiari nel 2012 a 3.398 ad ottobre 2013. Positivo ma resta ancora lungo l'elenco delle autovetture in possesso di pass per transitare sulle corsie preferenziali a Milano

Articolo del: 13/11/2013


Vai all' articolo originale

Sono passate da 5.248 beneficiari nel 2012 a 3.398 ad ottobre 2013. Positivo ma resta ancora lungo l'elenco delle autovetture in possesso di pass per transitare sulle corsie preferenziali a Milano.

Lo denunciano i Radicali guidati da Marco Cappato, sul portale www.milanoradicale.it. Nell'elenco c’è di tutto: politici, cardinali, imprenditori, professori.

Lungo l'elenco di coloro che hanno ancora il permesso di circolare. Scorrendo in ordine alfabetico il Corsera fa una selezione di alcuni dei nominativi più noti: Gabriele Albertini, ex sindaco di Milano, Valentina Aprea, assessore regionale all’Istruzione, Barbara, Paolo e Silvio Berlusconi, Michela Vittoria Brambilla, presidente della Commissione Bicamerale per l’Infanzia e l’Adolescenza, le assessore regionali Simona Bordonali e Paola Bulbarelli, l’assessore al Commercio a Palazzo Marino, Franco D’Alfonso, il consigliere comunale Riccardo De Corato (Fdi) e la collega del Pd Anna Maria De Censi.

Il ministro della Difesa Mario Mauro, l’ex governatore lombardo Roberto Formigoni, l’assessore alla Sanità al Pirellone Mario Mantovani, il presidente della Provincia Guido Podestà, l’onorevole Paolo Romani (ex ministro allo Sviluppo economico nell’ultimo governo Berlusconi), il leghista Matteo Salvini, l’ex ministro del Tesoro Giulio Tremonti, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, l'arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, e per il cardinale Dionigi Tettamanzi. Poi ci sono istituti bancari, associazioni ospedaliere, consolati e altri nomi di "vip da corsia preferenziale".

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!