Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Ultimato il progetto definitivo: la filovia 92 avrà la corsia riservata

Articolo del: 03/11/2008


Vai all' articolo originale

MILANO 03/11/2008 - È stato ultimato il progetto definitivo per la realizzazione della corsia riservata della linea filoviaria 92, da viale Abruzzi a piazza Cappelli. I lavori si estenderanno per circa 2,5 km e comporteranno una spesa di 16.500.000 euro. La 92 è una delle più importanti linee di trasporto pubblico della città. Con i due capolinea Bovisa FN e viale Isonzo, collega direttamente il nord e il sud della città percorrendo un tragitto di 10 km. Sono circa ventinove i filobus che, nelle ore di punta, coprono questa tratta. La linea 92 usufruisce già di alcune corsie preferenziali, come il percorso della linea 90/91 da piazzale Nigra a piazza Caiazzo, a nord di Milano, e da via Tertulliano fino al capolinea di viale Isonzo, a sud. Per garantire una migliore regolarità del servizio e consentire un aumento di percorrenza dei mezzi stimato intorno al 14 per cento, l'Assessorato alla Mobilità ha posto come prioritario il completamento della corsia preferenziale nelle tratte mancanti.


La corsia preferenziale verrà realizzata nel tratto compreso tra viale Abruzzi (all'angolo con via Piccinni) e viale Umbria (angolo via Tertulliano). Con il progetto definitivo, finanziato nel 2008, si procederà con la prima fase dei lavori fino a piazza Cappelli, mentre nel 2009 è stata inserita nel piano di opere pubbliche la seconda fase, da piazza Cappelli fino a viale Umbria. I lavori della prima fase avranno inizio alla fine del 2009 e dureranno circa due anni. Per quanto concerne, invece, la corsia riservata della 90/91, gli uffici tecnici stanno completando la progettazione esecutiva
dell'ultimo tratto mancante: quello tra piazzale Lotto e piazza Stuparich. I lavori dovrebbero cominciare tra circa 6 mesi e protrarsi per tre anni. La viabilità sarà sempre garantita e, congiuntamente, verrà ricostruito anche l'acquedotto


Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!