Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

C'è anche un aumento delle vetture incendiate Allarme tram e bus, un incidente al giorno Guasti, tamponamenti, scambi che saltano. Dossier Atm: mezzi potenziati con l'Ecopass, ma aumentano collisioni e deragliamenti

Articolo del: 21/02/2008
Autore: Gianni Santucci
Armando Stella

Vai all' articolo originale

Gennaio 2008, debutto dell'Ecopass, in un mese sono andati a fuoco 3 autobus. In tutto il 2007 gli incendi di bus erano stati 7. Sempre l'anno scorso, è deragliato in media un tram a settimana. Ci sono poi scambi che saltano, rotture dei cavi di alimentazione, tamponamenti o collisioni fra tram, autobus e filobus. In tutto, quattro incidenti ogni sette giorni, con un aumento di oltre il 50 per cento rispetto a tre anni prima. Le conseguenze, più o meno gravi a seconda del caso, sono sempre le stesse: ritardi, corse che saltano, intasamenti, passeggeri infuriati. I dati sono contenuti in un rapporto interno che l'azienda milanese dei trasporti compila ogni anno. Ma che con l'avvio dell'Ecopass assume un peso diverso. Perché uno dei cardini del pedaggio antismog è (sarebbe) l'offerta ai cittadini di mezzi pubblici potenziati, più puntuali, più sicuri e più confortevoli.


L'Ecopass

La tendenza all'aumento di incidenti nel 2007 è forte sia per i mezzi di superficie, sia per il metrò. E sembra accentuarsi (come nel caso degli incendi) anche in queste prime settimane del 2008. Come si spiega? Non con l'anzianità dei mezzi, che in media non supera i cinque anni e mezzo. Riflette un dirigente che lavora in Atm da più di dieci anni e che parla a condizione dell'anonimato: «Sembra evidente il fatto che ci sia una carenza di manutenzione, sia per i mezzi, sia per gli impianti. Altrimenti non si spiegherebbe perché gli incidenti aumentano con un tale ritmo». Ma questa è solo una faccia della crisi. Per la partenza dell'Ecopass infatti, Comune e Atm hanno promesso e realizzato il potenziamento di molte linee. Con quali mezzi? Da quanto spiegano fonti interne all'azienda, nuovi bus o tram non sono arrivati. Partito un pre-ordine all'inizio del 2007, l'ordine definitivo è arrivato soltanto a fine dello scorso anno, appena si è avuta la certezza che l'Ecopass sarebbe partito. I tempi di consegna si aggirano sui 4-6 mesi. E anche se l'Atm lo scorso 23 dicembre ha assicurato di essere «nei tempi previsti», sembra che ora alcuni fornitori abbiano fatto sapere che l'attesa sarà più lunga. La soluzione? Il dirigente la spiega in modo semplice, ma efficace: «L'Atm ha tirato fuori i vecchi mezzi che aveva in magazzino. E ha premuto molto sugli straordinari dei dipendenti. Ecco l'altra ragione dell'aumento degli incidenti e dei guasti». Sempre a dicembre, l'azienda ha spiegato di «essere impegnata per migliorare il sistema di manutenzione».


I guasti

La fragilità di bus e tram ha radici precedenti all'avvio dell'Ecopass. Il report riservato dell'azienda mostra un aumento per quasi tutti gli indicatori. Soltanto i deragliamenti, tra 2006 e 2007, sono scesi da 54 a 51, ma restano quasi uno a settimana. Gli incidenti tra mezzi Atm (quindi slegati dal resto del traffico milanese) sono passati da 64 a 106, un paio a settimana, con un aumento in particolare per i tamponamenti. Crescono anche le rotture dei cavi per l'alimentazione sospesi sulle strade (da 19 a 26) e dei pantografi, strumenti per la trasmissione dell'energia dai cavi ai mezzi (da 15 a 21). La situazione della metropolitana è in parte diversa. Ma anche sottoterra i guasti sono aumentati quasi del 35 per cento rispetto al 2004. Nel 2007, 65 incidenti hanno coinvolto i treni e altri 22 sono imputabili agli impianti. Ancor peggio è andata per i guasti: 111 sui treni (sono il 90 per cento in più rispetto a tre anni prima) e 34 sugli impianti. E se in molti casi i passeggeri non si accorgono direttamente dei malfunzionamenti, comunque ne subiscono le conseguenze. Ritardi, rallentamenti, code. E traffico, perché se un autobus si blocca in una strada stretta del centro, è l'intera zona ad andare in tilt. Facendo una somma dei 218 incidenti e guasti sui mezzi di superficie e dei 232 del metrò, si arriva a 450 in dodici mesi, con una media di oltre 8,65 a settimana. Tradotta, per le centinaia di migliaia di milanesi e pendolari che ogni giorno usano i mezzi pubblici, è la certezza che ogni giorno un guasto o un incidente bloccheranno un mezzo.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!