Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Milano: domenica senza auto, ma se vai allo stadio inquina quanto vuoi

Articolo del: 31/01/2010
Autore: Maddalena Berbenni

Vai all' articolo originale

MILANO 30/01/2010 - Nel disperato tentativo di interrompere la catena di giorni avvelenati, domani Milano blocca il traffico per otto ore, dalle 10 alle 18. Risparmiati dall’ordinanza solo i veicoli ecologici, le categorie autorizzate e i milanisti. Per “motivi di sicurezza ed ordine pubblico”, recita l’ordinanza firmata ieri dal vicesindaco e assessore al Traffico Riccardo De Corato, le vie che portano allo stadio saranno percorribili prima e dopo la partita che si gioca alle 15 tra Milan e Livorno.


Le deroghe

Dunque, avanti tutta. Anche se, più che altro, sembra di tornare indietro. L’ultima domenica ecologica, che coinvolse l’area critica della Lombardia e il Nord d’Italia per intero, risale al 25 febbraio 2007 e non risolse un granché. Allora, la circolazione venne interrotta dalle 8 alle 20, domani invece il divieto fa orario d’ufficio e si accorcia di quattro ore. Si chiude alle 10 e si riapre alle 18. Potranno viaggiare le seguenti categorie: veicoli elettrici, ibridi e multimodali, a gas e gpl; le forze dell’ordine e i veicoli del pronto soccorso; i mezzi pubblici (che saranno potenziati); i taxi e i veicoli di noleggio con conducente; i veicoli per il trasporto di portatori di handicap muniti di contrassegno ed esclusivamente con il portatore di handicap a bordo; chi svolge servizi pubblici o di pubblica utilità; medici e veterinari con contrassegno dell’ordine; i veicoli per il trasporto di persone sottoposte a cure indispensabili; i lavoratori con turni tali da non permettere l’utilizzo dei mezzi pubblici (con dichiarazione del datore di lavoro); sacerdoti e ministri di culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero; gli operatori dell’informazione, compresi gli edicolanti; i donatori di sangue; i veicoli con targa estera; i commercianti ambulanti residenti a Milano; le società sportive affiliate al Coni o ad altre federazioni riconosciute; i veicoli di matrimoni, battesimi e funerali; gli operatori di tutte le strutture sanitarie ed ospedaliere; i mezzi per il trasporto collettivo (autobus con più di 16 posti e minibus da 8 a 16 posti).


Percorsi liberi

Si potrà circolare liberamente nei percorsi di collegamento agli svincoli autostradali e, prima e dopo la partita del Milan, intorno allo stadio di San Siro. Il transito sarà consentito dalle 13 alle 15 e dalle 16.30 alle 18 tra via Natta e via Diomede (nel tratto compreso tra via Sant’Elia e via Ippodromo), in via Ippodromo (nel tratto compreso tra via Diomede e via Patroclo) e in via Montale e via Patroclo. Inoltre, in via Novara dalla tangenziale fino all’incrocio con la via San Giusto.

Niente blocco, infine, lungo autostrade e strade statali e provinciali.


280 vigili in pista

Capitolo controlli. Prima di tutto le multe. Chi non rispetterà l’ordinanza riceverà una multa di 78 euro. In pista ci saranno 140 pattuglie della polizia locale divise in due turni, per un totale di 280 agenti che presidieranno i principali varchi di accesso al capoluogo e risponderanno alle domande dei cittadini. Per informazioni è possibile contattare il centralino del Comune (02.0202) e quello della polizia locale (800.368368 oppure 02.77270398). Il testo dell’ordinanza è consultabile sul sito www.comune.milano.it. Infine, i trasporti. L’Atm ha predisposto ulteriori 120 mezzi di superficie (che garantiranno 1.900 viaggi in più) e 21 treni supplementari della metropolitana.


Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!