Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Confesercenti Milano: ecopass, un costoso bluff ambientale

Articolo del: 28/05/2009


Vai all' articolo originale

Il pagamento per l’ingresso al centro di Milano non ha risolto né i problemi dell’inquinamento, né quelli del traffico, è solo una tassa in più.



L’Ecopass si conferma un grande e costoso bluff per i milanesi ed una penalizzazione dei commercianti dell’area centrale della città.



I dati sul traffico e sull’inquinamento dimostrano la sua sostanziale inefficacia ed in tempi di crisi e calo dei consumi, un ulteriore balzello a danno di tutti.



L’Amministrazione Comunale è sorda e appare incapace di affrontare i nodi strutturali della viabilità e della mobilità di una città, ancora invasa da cantieri, con un traffico, anche di motocicli indisciplinato, causa di costante pericolo per gli stessi pedoni anche nelle vie di pregio della città.



E’ in questa situazione che Milano si avvicina all’Expo?

Chi verrà a Milano per l’Expo e la sua preparazione dovrà pagare l’Ecopass?

E chi gli spiegherà che serve a ben poco.



Lo stato della viabilità e della mobilità di Milano e della metropoli è in condizioni di grande difficoltà e molte infrastrutture risalgono agli anni ‘50 e ‘60 e manca a quest’Amministrazione un progetto generale per affrontarne i nodi e dare le risposte adeguate.



Questa situazione penalizza la già difficile situazione del commercio e del turismo cittadino e non è un buon viatico per invogliare i turisti a venire a Milano.



Il centro di Milano ha registrato un calo dei consumi per gran parte del primo semestre 2009 e la limitazione del traffico, voluto dalla Giunta Moratti, costituisce un costo aggiuntivo per entrare in città ed una penalizzazione del piccolo commercio.



“E’ un ulteriore regalo alla Grande Distribuzione Organizzata, dichiara Pietro Rosa Gastaldo, Direttore Confesercenti Milano, che vede premiati ed incentivati gli afflussi nei centri commerciali di periferia, altro che attenzione alle botteghe di vicinato.”



Siamo di fronte ad una politica miope, che pur partendo da problemi oggettivi, qual è il forte inquinamento della città di Milano, assume provvedimenti sbagliati che servono all’Amministrazione solo per fare cassa.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!