Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Metro di Assago, il 20 febbraio si parte

Articolo del: 11/01/2011


Vai all' articolo originale

Bisognerà aspettare almeno il 20 di febbraio per poter andare ad Assago con il metrò. È slittata di un mese la sospirata inaugurazione della nuova tratta Famagosta - Assago Milanofiori. Il motivo? Il ritardo nella realizzazione e la non conformità dei sottosistemi di segnalamento dei treni, ovvero il sistema che dovrebbe velocizzare il traffico e garantire le distanze di sicurezza tra i mezzi. Le ditte fornitrici avrebbero quindi accumulato un ritardo di 4 settimane sulla data ultima e definitiva di consegna, ovvero il 23 gennaio. «Il risultato della riunione tecnica congiunta - recita la nota diffusa in serata al termine della riunione convocata d’urgenza dal direttore generale del Comune Antonio Acerbo con Mm e Atm - ha identificato nei sottosistemi di segnalamento un ritardo e una non conformità delle opere da parte delle ditte fornitrici di 4 settimane, determinando quindi uno slittamento dei tempi di consegna e quindi di inizio dei test di preesercizio e di verifica delle condizioni di sicurezza». Ora quindi si parla del 20 febbraio come data della possibile inaugurazione. Ma c’è chi non ci crede più: «Aspetto che i tecnici della Provincia mi dicano la data di chiusura dei cantieri prima di fare qualsiasi comunicazione - commenta l’assessore ai Trasporti della Provincia Giovanni de Nicola - troppe volte si è sbagliato nell’indicare le date. Non staremo a vedere se si tratterà di 4 o 5 settimane, solo quando avremo la certezza assoluta della sicurezza e dell’affidabilità del servizio, lo metteremo in funzione».
Un incontro quello di ieri sera a Palazzo Marino voluto per chiarire le responsabilità e mettere un punto fermo sulla spinosissima questione dei ritardi del cantiere per il prolungamento della linea verde del metrò. Al tavolo, convocato d’urgenza, il presidente di Atm Elio Catania, e il numero uno di Mm, Lanfranco Senn. Oggi alle 15 si replica in Regione: al vertice, convocato su richiesta dell’assessore provinciale ai Trasporti Giovanni de Nicola, i tecnici dell’assessorato ai Lavori pubblici di palazzo Marino, dell’assessorato ai Trasporti della Provincia e della Regione, i rappresentanti del Comune di Assago. Dopodiché verrà convocato un tavolo più «politico» per valutare l’entrata in servizio del nuovo tratto.
Una storia infinita quella del prolungamento della linea 2, da Famagosta, capolinea nel frattempo superato da Abbiategrasso, ad Assago Milanofiori. Il progetto, infatti, risale al lontano 1999. Da allora si sono aperti, chiusi e riassegnati appalti e subappalti, fermati i cantieri per mesi, lievitati i costi del 20%, arrivando al tetto di 88,5 milioni di euro. Venerdì era previsto il sopralluogo della Commissione ministeriale per l’agibilità, ma bisognerà aspettare ancora.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!