Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Domenica stop alle auto (dalle 8 alle 18), ma è guerra sulle modalità di gestione dell’inquinamento
Smog, tutti contro la Moratti

Articolo del: 28/01/2011
Autore: Paola Pastorini

Vai all' articolo originale

Domenica a piedi in tutta Milano, ma il resto della Lombardia lascia Letizia Moratti sola: né la Regione né i Comuni seguono la scelta dello stop. Secondo Palazzo Marino non ci sono segnali di miglioramento della qualità dell’aria. L’orario, dalle 8 alle 18, è stato scelto con Atm per garantire il miglior uso dei servizi pubblici.
Solo Letizia Moratti ha optato per il blocco totale del traffico, incassando anche la bacchettata del presidente della Provincia Guido Podestà per il mancato coordinamendo delle decisioni: «Anche io sono rimasto sorpreso di non essere stato avvertito di questa decisione». In mattinata al Tavolo regionale sulla qualità dell’aria nessun altro comune ha manifestato l’intenzione di attuare uno stop. In compenso, si è deciso di concentrare gli sforzi in modo particolare sulla limitazione delle fonti derivanti dall’industria, sul potenziamento della misurazione della qualità dell’aria. «Comprendiamo - ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente Marcello Raimondi - che Milano voglia radicalizzare le misure già previste dalla Regione, ma la stragrande maggioranza dei Comuni non vede le condizioni per blocchi sporadici o anche programmati. Insistiamo perché si vada avanti con le politiche strutturali adottate già da tempo dalla Regione con serietà e coraggio». Ma dice anche no alle strumentalizzazioni: «Non abbiamo abdicato al nostro ruolo di coordinamento», aggiunge Raimondi, facendo osservare che «solo un gruppo di comuni dell’hinterland del centrosinistra ha assunto un atteggiamento improntato allo scontro ideologico».
Il Pm10, intanto, continua la sua corsa al rialzo. Mercoledì (ultimo dato diffuso dall’Arpa) la centralina di Città Studi ha registrato 108 microgrammi, 134 quella del Verziere, 155 in via Senato. La serie consecutiva di giorni fuori legge, con ieri, è arrivata a 15. Al diciottesimo scatteranno altre misure: da lunedì il centro storico potrebbe chiudere ai veicoli che normalmente pagano l’Ecopass e verrà abbassata da 20 a 19 gradi la temperatura dei riscaldamenti.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!