Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Pld e Lega attendono i referendum. Elezioni: prove di pace fra l’ex assessore Croci e il sindaco
Ecopass per tutti, no del Comune

Articolo del: 16/03/2011
Autore: Piermaurizio Di Rienzo

Vai all' articolo originale

Nulla di fatto. Ogni decisione sul futuro di Ecopass sarà presa dopo i 5 referendum. Solo a quel punto il Comune deciderà se e come estendere il ticket oppure se accantonare il progetto. Ieri il sindaco Letizia Moratti ha incontrato i vertici di Pdl e Lega per fare il punto sul dossier elaborato dalla Commissione di saggi incaricata di analizzare i risultati di oltre tre anni di sperimentazione del pedaggio nel centro storico. Per il coordinatore nazionale del Pdl, Ignazio La Russa, occorre attendere la consultazione referendaria «non perché sia vincolante, ma, almeno, per tenerne conto». Sulla stessa linea il sindaco: «Sarà bene ascoltare il parere dei cittadini». Ma cosa hanno suggerito gli esperti? La strada indicata è sostanzialmente quella di abbassare le tariffe di ingresso, ma di estendere il pagamento a tutti nel centro storico. Una valutazione che secondo il presidente del Comitato referendario Milanosimuove, Edoardo Croci «è coerente con la proposta del primo quesito sulla mobilità sostenibile». L’ex assessore alla Mobilità, tra l’altro, oggi si presenterà in conferenza stampa col sindaco probabilmente per annunciare la sua adesione alla lista civica della Moratti. Il candidato del centrosinistra, Giuliano Pisapia, invece, ha chiesto formalmente che «i risultati della commissione su Ecopass non siano discussi a casa del sindaco, ma in consiglio comunale e resi consultabili a tutti». Sempre Pisapia ha proposto che i 5 referendum si tengano in concomitanza con le comunali. E per far questo è stata depositata una proposta di legge.
Oggi entra nel vivo la campagna di Manfredi Palmeri del Terzo Polo, mentre sembra certo il calendario dei big in trasferta a Milano: sabato Umberto Bossi, domenica il presidente Giorgio Napolitano, lunedì il premier Silvio Berlusconi.
Intanto, fino a notte fonda il consiglio comunale ha discusso il bilancio.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!