Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Disagi dalla scuola agli uffici pubblici. Il sindacato: «Il governo cambi politica economica»
Sciopero, Milano a rischio paralisi

Articolo del: 05/05/2011
Autore: Gabriella Persiani

Vai all' articolo originale

Stop di quattro ore del trasporto pubblico Atm, scuola in subbuglio e salta pure La Scala; otto ore, invece, con le braccia incrociate per gli altri lavoratori: tutti fermi, dunque, domani a Milano per lo sciopero generale indetto dalla Cgil contro la politica economica del governo. Si prospetta l’ennesimo venerdì nero con i milanesi che dovranno fare i conti con cortei e traffico impazzito.
Alle 9 partirà il corteo dai Bastioni di Porta Venezia, che raggiungerà piazza Duomo, dove si terrà il comizio di Onorio Rosati, segretario generale Cgil di Milano. Alla manifestazione aderirà anche mondo della scuola, università e ricerca; in particolare, il Coordinamento Lavoratori della scuola 3 Ottobre chiama a raccolta i precari di tutti i settori in un critical mass. Tutte le strutture della Cgil sono impegnate in queste ore, dopo centinaia di assemblee nei luoghi di lavoro e nel territorio, per preparare lo sciopero generale di domani. Lo sottolinea l’organizazione sindacale: «Grazie allo sciopero generale i temi del lavoro riprendono la scena - dichira Nino Baseotto, segretario generale della Cgil Lombardia -. Di fronte alla crisi, tutt’altro che finita, chiediamo un cambio radicale nella politica economica e sociale del governo». Disagi per chi si muoverà su tram, bus e metrò dalle 18 alle 22; e anche per i convogli di Trenord. E poi un servizio a singhiozzo anche negli uffici postali e in quelli comunali di via Larga e delle sedi decentrate e nella raccolta rifiuti Amsa.
Sospesa, infine, al Teatro alla Scala la rappresentazione della Turandot. (ass)

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!