Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Sabato riparte l’isola: per chi abita sui Navigli torna l’incubo movida
Fino al 14 stop alle auto dalle 18 alle due di notte e tavolini all’aperto ma i comitati chiedono maggiori garanzie sulla pulizia

Articolo del: 24/06/2011
Autore: Sabrina Cottone

Vai all' articolo originale

Torna l’estate sui Navigli, con il primo week end di isola pedonale. Il consueto blocco notturno del traffico, che consente ai locali di mettere i tavolini all’aperto lungo le vie d’acqua, è previsto da sabato 25 giugno e fino al 14 settembre. Circolazione vietata alle auto tra le 18 e le due di notte, dall’aperitivo fino alla tisana prima di andare a letto.
La firma della delibera è attesa durante la giunta di domani. Saranno confermati i provvedimenti della giunta Moratti, a partire dal divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro. Confermato anche il divieto di diffondere musica all’esterno. A vigilare arriva una Commissione di controllo, guidata dal presidente del consiglio di zona 6 e composta da un dirigente della polizia locale e da consiglieri di zona 5 e zona 6.
La novità dell’estate 2011 sono le maggiori garanzie sulla pulizia, chieste dai residenti e di cui si sono fatti carico i commercianti, attraverso un accordo con l’Amsa che sarà firmato in queste ore.
Alfredo Zini, vicepresidente di Epam, l’associazione della Confcommercio che raccoglie i pubblici esercizi, spiega: «Il programma prevede passaggi ulteriori nella notte, per ripulire ciò che può rimanere per strada. È comprensibile il fastidio dei residenti quando al mattino scendono per strada e si ritrovano vetri rotti o altri rifiuti per strada». L’obiettivo è evitare che ciò accada: «Proprio per questo abbiamo concordato con il Comune di provvedere a un servizio aggiuntivo dell’Amsa, che garantisca un maggior rispetto del decoro».
Il costo del servizio sarà di circa novantamila euro. Spalmato su un centinaio di esercizi pubblici che operano nella zona dei Navigli, significa «spannometricamente mille euro per ciascun locale per tutta l’estate, anche se dobbiamo ancora decidere come ripartire esattamente la quota tra gli esercenti». Quel che è certo è che i commercianti, per evitare proteste degli abitanti, hanno deciso di contribuire alla pulizia.
È vietato diffondere musica all’esterno dei locali dell’intera area (anche per i barconi sul naviglio Pavese). I permessi di fare musica sono concessi solo in occasione iniziative culturali del programma estivo che dovranno comunque terminare entro le undici di sera.
I commercianti si impegnano a sistemare tavolini e sedie solo dopo l’inizio dell’Isola pedonale (cioè dopo le sei di sera) e, alla fine della serata, a rimetterli all’interno dei locali. Si richiede una particolare attenzione a non provocare rumori molesti. Tavoli e sedie dovranno poi essere uguali.
L’Isola pedonale estiva riguarda Alzaia Naviglio Grande, nel tratto tra viale Gorizia e via Valenza; via Corsico; via Casale; Ripa di Porta Ticinese, nel tratto tra via Pasquale Paoli e viale Gorizia; Alzaia Naviglio Pavese, tra viale Gorizia e via Darwin; via Magolfa, tra via Fusetti e Alzaia Naviglio Pavese; via Gola tra Alzaia Naviglio Pavese e via Mario Pichi; il marciapiede di viale Gorizia, tra Ripa di Porta Ticinese e Alzaia Naviglio Pavese; via Ascanio Sforza, dall’intersezione di viale Gorizia fino a via Conchetta, compresa l’ansa di scale tra viale Gorizia e via Scoglio di Quarto; via Scoglio di Quarto; il marciapiede di viale Gorizia, tra l’Alzaia Naviglio Pavese e via Ascanio Sforza; corso Manusardi; via Bettinelli.
Quest’anno l’isola estiva parte in ritardo, anche per via del cambio di consegne post-elettorale. Nel 2010 il traffico era rimasto bloccato già dal 4 giugno, sia pure solo nei week end.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!