Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Rincaro Atm, da settembre il biglietto a 1.50 euro per migliorare il servizio Sei d'accordo? Vota

L'incremento dovrebbe entrare in vigore nel prossimo mese di settembre. Scontro maggioranza-opposizione, Tabacci replica: "Gestione sbagliata del passato"

Articolo del: 23/07/2011


Vai all' articolo originale

Milano, 22 luglio 2011 - Niente sconti, anzi. A seguito delle richieste fatte dalla Regione Lombardia in fatto di aumenti sul costo dei biglietti per il trasporto pubblico, anche palazzo Marino si è subito adeguato. La giunta infatti varerà l’aumento del biglietto Atm a 1,5 euro il 29 luglio. Ma questo comporterà anche il prolungamento della validità da 75 a 90 minuti.

Lo hanno annunciato dopo la riunione dell’esecutivo di oggi gli assessori al Bilancio Bruno Tabacci e alla Mobilità Pierfrancesco Maran. Non aumenterà il costo dell’abbonamento annuale. L’incremento, secondo quanto riferito da Maran, dovrebbe entrare in vigore da settembre.

"Abbiamo avuto quest'anno - ha spiegato Maran - 37 milioni di euro di tagli sul trasporto pubblico locale. Quando i tagli sono stati abbassati e il governo ha restituito in parte le risorse sui trasporti, sono state previste sanzioni per chi non procede ad adeguamenti tariffari nella misura di almeno il 20%. Se non vi fosse aumento del biglietto, oltre ai 37 milioni di tagli ce ne sarebbero un'altra trentina di sanzioni per il Comune". Inoltre Maran ha ricordato "l'aumento significativo dei chilometri percorsi dai messi da quest'anno, per i prolungamenti della M2 e M3 e l'anno prossimo per l'entrata in funzione della M5. Il numero dei passeggeri non porterà ad un aumento significativo degli incassi, ma per il servizio vi saranno costi aggiuntivi per 27 milioni di euro".



LA PAROLA AL SINDACO - "Un atto dovuto". Giuliano Pisapia spiega i motivi politici dell'aumento del biglietto Atm da 1 euro a 1.50. "Lo impone la legge e la scelta della precedente giunta. A differenza di tutte le altre città d'Italia non prevediamo nessun aumento per gli abbonamenti e abbonamenti gratuiti per gli anziani. Questo determinerà una spinta a usare di più il mezzo pubblico e quindi inciderà sull'inquinamento che la nostra città
soffre".

"Per oggi ci limitiamo ad evitare che siano tolti i servizi essenziali e poniamo le condizioni perchè dal 2012 si riparta. Restituire a Milano, ai milanesi e ai pendolari i servizi necessari". Il sindaco di Milano guarda oltre la siepe e pensa al futuro del capoluogo lombardo.

Tabacci reagisce. "Mi si accusa di mettere le mani in tasca ai milanesi. Beh, Loro le mani gliele hanno messe addosso". Le critiche piovute dal centrodestra non lo scalfiscono e l'assessore al Bilancio replica: "Cominciamo a rimettere in equilibrio il bilancio. La vendita di asset serve per sostenere gli investimenti, non le spese correnti, e queste cose devono essere corrette perché in passato le hanno fatte sbagliate. Perché se vendo un pezzo di patrimonio e lo utilizzo per sostenere la spesa corrente, faccio una cosa che a casa mia non faccio".



LE REAZIONI DELL'OPPOSIZIONE - “L’estate è sempre stata tempo di topi d’appartamento: attenti milanesi, mentre siete in vacanza la Giunta vi mette le mani nelle tasche”. Così il consigliere comunale del Pdl, Matteo Forte, commenta i recenti rincari voluti dalla Giunta Pisapia. “Ora l’addizionale Irpef per i redditi sopra i 26mila euro e il biglietto Atm a euro 1,50, in autunno ci toccherà pure l’estensione di Ecopass. Come volevasi dimostrare la litania del buco di Bilancio serviva per mettere le mani avanti mentre si preparavano nuovi rincari".

Il presidente della Provincia Guido Podestà si augura che "non venga impiegato esclusivamente nella copertura della spesa corrente di Palazzo Marino, ma sia investito, almeno in parte, nella realizzazione di prolungamenti fuori città delle metropolitane". Questo perchè il rincaro "colpirà milanesi e pendolari".



LA LEGA INSORGE E MANIFESTA - Il Carroccio scende in piazza per la prima volta contro palazzo Marino. E' stato il capogruppo in Comune Matteo Salvini ad annunciare una marcia settimana prossima contro l'aumento del biglietto Atm e l'addizionale Irpef: "Pisapia prende in giro chi lo ha votato, assume decine di nuovi consulenti e spenna chi usa i mezzi pubblici e con l’Irpef chi guadagna più di 1500 euro al mese, perchè per lui sono ricchi".

Il consigliere comunale Alessandro Morella usa parole forti verso la delibera della Giunta: "E' il primo furto dell'estate. Tabacci è un 'Vampiro', un Visco in salsa meneghina che non sa come tirare fuori i soldi se non dai portafogli dei cittadini".

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!