Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Undici le linee, con una corsa ogni mezz'ora. Debutto nella notte bianca
Via ai bus notturni. «Allarme sicurezza»
Nuovo servizio nei weekend, a partire dal 24 settembre. I sindacati: rivendite chiuse, nessuno pagherà

Articolo del: 01/09/2011
Autore: Armando Stella

Vai all' articolo originale

MILANO - È il lato B di Ecopass. Il «potenziamento del trasporto pubblico» promesso dal centrosinistra in campagna elettorale, il bonus che deve far digerire ai milanesi la stangata della congestion charge . Undici linee di bus e filobus attive ogni fine settimana, una corsa ogni mezz'ora, il venerdì e il sabato. Un sistema di collegamenti circolari e radiali che gira sui nodi di Cadorna, San Babila, Cairoli e Centrale, si appoggia sulle cerchie filoviarie e ricalca i percorsi delle tre linee metropolitane. L'assessorato comunale alla Mobilità e i responsabili di Atm hanno disegnato la «Rete notturna» che colmerà il buco orario del servizio di superficie e consentirà di viaggiare sui mezzi pubblici anche tra le 2 e le 6 del mattino. La sperimentazione debutterà, in anteprima, nella notte bianca del 24 settembre, «entrerà a regime» il 30 del mese e dalla primavera 2012 potrebbe allargarsi anche ai giorni feriali. È solo un inizio, un test, ma preoccupa e allarma i sindacati aziendali: «I biglietti saranno introvabili, non pagherà nessuno - attaccano dalla Rsu -. E sarà un problema garantire la sicurezza di conducenti e passeggeri. Chi controllerà i mezzi? I vigili urbani? La polizia?». Chi?
Il programma dei bus by night è un'operazione a costo zero per le casse dell'amministrazione. Le risorse escono dalle «razionalizzazioni» e dagli «efficientamenti» perseguiti da Atm nell'ultimo anno di gestione (larga parte dei risparmi è stata accantonata dopo l'introduzione dei nuovi Radiobus nelle periferie). Il Comune ha scelto di limitare la «Rete notturna» ai fine settimana, strutturando l'offerta sulle esigenze dei giovani che vivono la movida e tirano l'alba, correggendo così il progetto che era stato già studiato dall'ex giunta Moratti e prevedeva un sistema meno capillare e diffuso all'interno confini urbani, ma «spalmato» su tutta la settimana, non solo nei weekend. «Atm non ci ha ancora illustrato la proposta», osserva Rocco Ungaro della Filt-Cgil: «Vogliamo certezze su costi, mezzi, uomini, turni e sicurezza».
La mappa condivisa dall'assessore Pierfrancesco Maran con Atm è incardinata su undici linee di «forza». Le prime tre si sovrappongono ai metrò: gli autobus percorreranno il tracciato della M1 da Sesto Fs a Molino Dorino e da Cairoli a Bisceglie, il tratto della «verde» da Gobba ad Abbiategrasso e l'intero asse della M3 tra i capolinea di Comasina e San Donato Milanese. Verrà utilizzato il percorso del tram 15 tra Gratosoglio e Duomo, saranno sfruttate le circolari destra e sinistra (90/91) e la 94 da Cadorna a Porta Volta, e la raggiera sarà completata dalle linee Centrale FS-Bicocca (numero 42), Lorenteggio-Cairoli (la 50), Lambrate Fs-Duomo (la 54) e Quarto Oggiaro-Cairoli (la 57). Atm farà scattare nei prossimi giorni la campagna d'informazione con annunci e video nelle stazioni, avvisi su Internet, volantini e 25 mila brochure. Da metà settembre saranno aggiornati anche i canali multimediali di navigazione online, «Giro Milano» e applicazioni per i cellulari di ultima generazione.

Il lancio della «Rete notturna» sarà accompagnato, ad ottobre, dall'estensione del servizio Radiobus ad altre quattro zone periferiche della città. L'innesto dei pullman a chiamata nei settori Chiesa Rossa e Gratosoglio (Q79), Lotto-Principe Eugenio (Q48), Lotto-Ospedale San Carlo (Q78) e Bonola-Gallaratese (Q68) chiude il processo di adeguamento del trasporto serale-notturno avviato da Comune e Atm nella primavera 2010. I quartieri attraversati dalle navette salgono da dieci a quattordici e le caratteristiche del servizio, «apprezzate dai cittadini», non vengono toccate: punti di raccolta prefissati, corse ogni 15 minuti tra le ore 22 e le 2, biglietto a bordo (senza sovrapprezzo), prenotazione telefonica (al numero 02.48034803) e capolinea personalizzato per ogni passeggero. Davanti alla porta di casa, o quasi.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!