Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

Biglietti Atm anche dai parcometri e arrivano gli abbonamenti a rate

Articolo del: 06/09/2011
Autore: Chiara Campo

Vai all' articolo originale

Il biglietto dell’Atm? Presto si potrà fare al parcometro, come il gratta e sosta. L’idea è stata discussa ieri in Comune dal presidente Elio Catania e l’assessore alla Mobilità del Comune Pierfrancesco Maran che spiega, «vogliamo garantire ai milanesi la possibilità di comparare o ticket anche di sera e di notte». Il 30 settembre scatterà il servizio by night, con un« «prova generale» il 24 in occasione della Notte bianca organizzata da Palazzo Marino. Per cominciare, verranno piazzati distributori di biglietti nei tre luoghi di maggior passaggio, stazione Centrale, Cadorna e piazza San Babila, ma il Comune ha chiesto all’azienda di studiare se i parcometri - oggi sono 220 e diventeranno 500 entro novembre - possano essere convertiti anche alla vendita dei ticket. Si pensa all’attivazione per la sera, in un secondo momento potrebbe essere esteso alle altre ore del giorno o almeno d’estate quando le edicole sono un miraggio. Da ieri invece sono scattati gli abbonamenti in 12 rate a tasso zero. Da 25 euro al mese (anzichè 310 all’anno) per l’area urbana a 61 al mese (invece di 741 euro «cash») per l’area «plus». Per alleggerire la stangata sui mezzi pubblici, Legambiente in accordo con Banca popolare di Milano ha lanciato la rateizzazione dell’annuale Atm, offrendo insieme sconti per bike e car sharing. Con la formula all inclusive ad esempio si pagano 85 euro subito più 26 euro al mese e si ha diritto ai tre mezzi di mobilità sostenibile più un 10% di sconto per l’autonoleggio Europcar. «Vendete l’auto, vi conviene» è l’appello del direttore nazionale dell’associazione Andrea Poggio, che snocciola i dati. Quanto costa mantenere una macchina? Non meno di 3mila euro l’anno solo per ammortamento, assicurazione e bollo, «poi il garage, dai 150 ai 400 euro al mese» e i primi 5mila chilometri costano già «altri mille tra benzina, manutenzione. Siamo a 6mila l’anno». Con abbonamento a mezzi, bici e auto in condivisione la spesa si ferma «a circa 3.300 euro».
L’assessore Maran garantisce che dopo il raddoppio del ticket scattato nei giorni scorsi, gli annuali e mensili non subiranno aumenti «neanche in futuro». Giovedì la giunta voterà le agevolazioni promesse a luglio: mezzi gratis per gli over 65 con reddito Isee sotto i 16mila euro e abbonamento studenti esteso agli under 26, anche lavoratori. Gli anziani con più di 65 anni in città sono circa 229mila, poco più della metà, 136milam quelli che dovrebbero rientrare nella condizione economica che dà diritto a viaggiare senza biglietto (anche se in campagna Pisapia lo aveva promesso a tutti). Le misure dovranno passare in consiglio, «entreranno in vigore entro fine anno». Sul ticket-crossing promosso dalla Lega contro la stangata Maran ammette, «è chiaramente illegale ma le forme di opposizione creativa sono positive e fanno parte delle regole del gioco». É legata a uno studio su costi-benefici affidato ad Amat l’ipotesi di aumentare i controllori per combattere l’evasione o riportare a bordo i bigliettai.

Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!