Scopri i tesori di Milano su
www.milanofotografo.it
SOS-TRAFFICO-MILANO.IT
Sito per la difesa della mobilità a Milano e Lombardia

I cantieri, al via in inverno, taglieranno in due Milano e metteranno in crisi la viabilità
Il metrò 4 mette fretta all’Ecopass

Articolo del: 19/09/2011
Autore: Chiara Prazzoli

Vai all' articolo originale

La decisione su Ecopass sarà presa entro la fine di ottobre e diventerà effettiva a gennaio. Questa è l’unica certezza che l’amministrazione ha sul pedaggio d’ingresso insieme a quella che non raggiungerà la cifra di 10 euro per tutte le auto (ipotesi ventilata fra le possibili), per decisione del sindaco Giuliano Pisapia. L’amministrazione ha fretta per un motivo preciso: tutto deve essere pronto per quando, in inverno, partiranno i cantieri della Metro4.
Assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran i cantieri potrebbero mettere in difficoltà la viabilità cittadina?
«Sì e molto, se ne parla poco ma sarà un’opera molto invasiva. Non c’è una data certa per l’inizio dei cantieri perché c’è un contenzioso sulla società che si è aggiudicata la gara, ma partiranno in inverno. La città verrà tagliata da Est a Ovest e le conseguenze sul traffico saranno pesanti».
Tra le tante soluzioni prospettate, quale le sembra quella che potrebbe mettere d’accordo tutte le parti?
«Se facessi una mia proposta, non avrebbero senso le consultazioni che partiranno da mercoledì. Sentiremo tutti, commercianti, associazioni, sindacati, cittadini in tutte le zone e alla fine decideremo per un provvedimento che sarà equo, che migliori la vita di tutta la collettività».
I commercianti faranno valere le ragioni della crisi economica che li sta strozzando.
«Anche passare ore nel traffico costituisce uno spreco economico gravissimo. In ogni caso lo ripeto, il provvedimento sarà equo. Non va, però, dimenticato che l’hanno chiesto i milanesi con un referendum».
Gli aumenti previsti dallo Stato, poi quelli cui è stata costretta l’amministrazione comunale, a cominciare dal biglietto Atm. Tutti questi balzelli non saranno deleteri per la maggioranza?
«L’Ecopass non è un provvedimento fatto per fare cassa, ma per migliorare la vivibilità di Milano, e disincentivare il traffico, facendolo diminuire dell 20%. Si inserisce in un piano più ampio che prevede più bus e più piste ciclibili e molto altro ancora».
Da mercoledì, dunque, via libera alla discussione sulle ipotesi presentate dalla giunta giovedì, due delle quali già scartate: l’eliminazione dell’Ecopass e il mantenimento dell’attuale sistema con l’incremento delle tariffe in ogni classe. Altro scenario, invece, prevede una congestion charge, ovvero un pedaggio a tariffa unica per tutti, non a 10 euro perché il sindaco ha già manifestato la sua contrarietà. E ulteriori tre strade portano verso un pedaggio differenziato, per fascia oraria e per stagione e perfino per giorno perché si parla di estensione al sabato.

Commento: Il modo di ragionare (ragionare?) dell' assessore è veramente singolare! Siccome il servizio (l' utilizzo delle strade del centro può venire considerato un servizio) sarà peggiore, rendiamolo anche a pagamento!
Allo stesso modo, per i tratti autostradali con cantieri che creano rallentamenti si dovrebbe raddoppiare il pedaggio. Oppure negli ospedali con troppi pochi posti letto aumentare il ticket!
Se la viabilità sarà così difficile, va da sè che molte persone decideranno di propria spontanea volontà di addottare strategie alternative per spostarsi. Non c' è bisogno di farli anche pagare! Non sono tutti deficenti, se non conviene più passare dal centro lo capiranno da soli!


Commenti

 Effettua il Login per poter inserire un commento!